Il Pisello rugoso è un ottimo alleato contro il diabete

367

Il pisello rugoso potrebbe aiutare a controllare i livelli di zucchero nel sangue, riducendo il rischio di diabete. È ciò che emerge dallo studio condotto dagli scienziati dell’Imperial College di Londra, del John Innes Centre, del Quadram Institute Bioscience e dell’Università di Glasgow, pubblicato sulla rivista “Nature Food”.

A differenza del pisello liscio, quello rugoso conterrebbe maggiori quantità di “amido resistente”, rivelandosi in grado di prevenire i “picchi di zucchero” post pasto. Secondo gli studiosi, questa potrebbe essere una scoperta importante, dal momento che sono proprio i frequenti picchi glicemici ad aumentare il rischio di diabete.

Il super pisello, come detto, è ricco di amidi resistenti, che non vengono completamente digeriti nelle parti superiori del tubo digerente. L’elevata quantità di quest’amido è dovuta al modo in cui l’amido stesso viene prodotto nella cellula ed al fatto che le cellule sono più resistenti alla digestione.

  • L’amido è un elemento complesso, scomposto dal corpo per rilasciare zucchero.
  • L’amido resistente, invece, viene scomposto più lentamente; in questo modo, lo zucchero è rilasciato con maggiore lentezza nel sangue, determinando un aumento più stabile piuttosto che un picco.

Dallo studio è emerso che, rispetto al consumo di piselli lisci, quelli rugosi prevengono i picchi glicemici se consumati interi o sotto forma di farina incorporata in un pasto misto. Ulteriori test, poi, hanno poi mostrato che il modo in cui i piselli vengono cotti influisce sulla rapidità con cui digeriti. Preparandoli in certi modi è possibile, infatti, ridurre ulteriormente i picchi di zucchero. Ora non resta che dare il via ad ulteriori ricerche, per vedere gli effetti su volontari con diabete di tipo 2 in stadio iniziale. Noi, intanto, come sempre, prima di apportare modifiche alla vostra alimentazione, vi invitiamo a chiedere consiglio al medico di fiducia.