Le cicale “zombie” stanno per invadere gli Usa

65

Dopo aver passato 17 anni sottoterra, miliardi di cicale stanno per invadere gli USA. Potrebbe sembrare la trama di un nuovo romanzo di Stephen King ma, in realtà, si tratta di un fenomeno naturale molto atteso oltreoceano.

Ogni 17 anni, una specie di cicala “periodica” (la Magicicada septendecim) riemerge dal terreno per diffondersi per le città statunitensi. Questi insetti dagli occhi rossi, con corpo nero e affusolato ed ali di colore arancione, vivono a lungo sottoterra, nutrendosi dei fluidi dalle radici delle piante; poi, a causa di uno strano fenomeno ancora sconosciuto, ogni 17 anni, tornano in superficie.

L’ultimo evento, per 15 stati, tra cui New York, Ohio, Illinois e Georgia, è avvenuto nel 2004; stando ai conti, quindi, il 2021 è l’anno del loro ritorno. Le cicale zombie faranno capolino quando le temperature saranno più alte, probabilmente a metà maggio. Secondo gli esperti, si accumuleranno a milioni, in parchi, boschi, quartieri, anche addosso alla gente, rincara Gary Parsons, entomologo della Michigan State University. L’uomo sostiene che, anche se non sono pericolose per l’uomo, queste creature potrebbero far ammalare gli animali domestici, se ingerite.

Intanto, in molti si chiedono come avverrà l’invasione di massa; ad accompagnarle, quasi sicuramente, sarà più che un semplice ronzio. I maschi, in particolare, emettono richiami di accoppiamento così forti da raggiungere persino i 100 decibel, pari al rumore di una moto che accelera. Ciononostante, il ritorno di queste cicale è una straordinaria opportunità per assistere ad un fenomeno biologico unico, che non avviene in nessuna altra parte della Terra. Insomma, un motivo in più per ammirarle.