Nuovo governo: la previsione su Pd, M5s e Renzi. Parla Salvini

160

Matteo Salvini, leader della Lega, ha fatto una previsione sul futuro del governo: “Potrebbe anche finire che si rimettono tutti insieme, il Pd, il movimento cinque stelle e Renzi – ha detto ad Agorà su Rai3 -. Sono pronto a scommettere, magari lo fanno cambiando tre ministeri. Gli italiani si chiederanno allora perché è stato fatto questo”.

Oggi, insieme agli altri leader del centrodestra, Salvini salirà al Colle per l’ultima tornata di consultazioni con Sergio Mattarella e ha anticipato quello che dirà al Capo dello Stato: “Abbiamo bisogno di un governo che governi, a Mattarella diremo che se c’è un governo che governa bene, lo ribadiremo con la massima serenità, noi siamo pronti a portare avanti le nostre proposte”.

Il riferimento di Salvini, in particolare, è alle “proposte di legge per l’azzeramento delle cartelle di Equitalia, per salvare quota cento”, “altrimenti, c’è il voto”. In questo senso, ha spiegato il leader del Carroccio, “il centrodestra si è dimostrato serio e compatto, governiamo 14 regioni su 20. Sono contento, nelle differenze di culture e sensibilità”.

Quello che serve è “un governo a guida centrodestra, alternativo a Pd e Cinque Stelle, che mette al centro taglio tasse, salvataggio di quota cento”, ha ribadito Salvini.

“Io non sto dialogando con Renzi“, ha poi assicurato smentendo un presunto asse con il leader di Italia Viva. “Renzi – ha concluso – ha fatto nascere questo governo, quello che gli italiani stanno subendo, questo teatrino disgustoso, è tutto made in sinistra. Renzi lo vedo in Senato, come incontro tanti altri colleghi senatori”.