Perdere peso camminando, ecco il programma dei 31 giorni

609

Perdere peso camminando è possibile grazie a un programma 31 giorni proposto dalla personal trainer americana Stephanie Mansour.

Il piano prevede di camminare ad intervalli, alternando periodi d’attività leggera ad altri più intensi. Nei 31 giorni l’allenamento si suddivide in: allenamento A, poco impegnativo; allenamento B, più strong; giorni di riposo.

L’allenamento A va praticato nei giorni 1, 3, 5, 6, 10, 14, 19 e 25; l’allenamento B nei giorni 8, 11, 13, 15, 18, 21, 22, 23, 26, 27, 29, 30 e 31; il riposo, invece, nei giorni: 2, 4, 7, 9, 12, 16, 20, 24 e 28.

Vediamo ora, nello specifico, cosa prevedono le diverse sessioni di training.

Allenamento A

3 minuti di riscaldamento a ritmo normale
1 minuto di camminata veloce
2 minuti di camminata normale
Alternare camminata veloce e normale per 12 minuti
3 minuti di camminata normale per rilassare i muscoli

Allenamento B

3 minuti di riscaldamento a un ritmo normale
1 minuto di camminata veloce
1 minuto di camminata normale
10 minuti di camminata veloce e normale alternata
1 minuto di camminata veloce
30 secondi di camminata normale
6 minuti in cui si alternano un minuto di camminata veloce e 30 secondi di camminata normale
3 minuti di camminata normale per rilassare i muscoli

Gli allenamenti non durano più di 20 minuti, sono adatti a chiunque, quindi, in qualsiasi momento della giornata; ciò che conta è seguire alla lettera lo schema previsto. I più audaci possono ripetere la sequenza una seconda volta, prima di ristabilizzare la frequenza cardiaca con una sana passeggiata finale defaticante.

Ovviamente, durante i giorni di riposo si può comunque camminare liberamente o fare qualsiasi altro tipo di allenamento. Altri consigli? Durante l’esecuzione del work-out, inspirare col naso ed espirare con la bocca, tirando l’ombelico verso la colonna vertebrale per coinvolgere il core, ovvero la parte del corpo che comprende muscoli addominali, paraspinali e del pavimento pelvico, glutei ed altro. Attenzione, poi, alla postura: le spalle devono essere dritte, per non incurvarsi mentre si cammina.