Roma, strage di uccelli a Capodanno: centinaia trovati sull’asfalto

333

Una vera e propria strage di uccelli si è verificata nella notte in centro a Roma a causa dei botti di Capodanno. Numerosi volatili, per lo più storni, sono precipitati al suolo, stroncati probabilmente da infarti mentre cercavano di sfuggire ai petardi e ai fuochi d’artificio fatti espolodere in tutta la Capitale, nonostante il divieto disposto dall’ordinanza comunale emessa 24 ore prima. Diverse le foto e i video pubblicati questa mattina sui social, che mostrano centinaia di carcasse sparse sulle strade in diverse zone della città, come in via Cavour, attorno alla stazione Termini e via Nazionale, all’Esquilino e a Colle Oppio.

“Il fantastico risultato di questa notte a Roma. L’essere umano non si smentisce mai. I botti per lui sono una necessità”, commenta su Facebook Enrico Rizzi, attivista per i diritti degli animali. 

Oipa: “Si vieti vendita botti” 

“Il Capodanno 2021 fa strage di uccelli a Roma. Sono morti a centinaia gli uccelli, soprattutto storni, che hanno scelto come dormitori gli alberi tra la Stazione Termini e la parte alta di via Cavour.Nella capitale sono state molte le esplosioni di mezzanotte: la ‘guerra di Capodanno’ è andata in scena anche quest’anno nonostante il divieto imposto dall’ordinanza della sindaca Raggi”. Lo afferma, in una nota, l’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa). “Ogni anno non facciamo che ripeterlo: la vendita di petardi e fuochi d’artificio va vietata e le aziende riconvertite – commenta il presidente dell’Oipa, Massimo Comparotto – Le ordinanze sono inutili, di fatto i controlli non esistono e ogni anno contiamo centinaia di esemplari morti e feriti tra la fauna selvatica e tanti animali domestici feriti o smarriti a causa dei botti e della distrazione dei proprietari. È tempo che il legislatore rimedi a tale scempio che colpisce anche gli umani. È questione di salute, ordine pubblico e, soprattutto, di civiltà”. 

Così, invece, Daniele Diaco, presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale: “Mi auguro che nel tempo aumenti la consapevolezza che i petardi creano inquinamento ambientale e provocano un serio shock a tutti gli animali”.