Siracusa, sfida estrema su TikTok: denunciata una influencer

32

Aveva postato sul suo profilo TikTok un video in cui, assieme ad un uomo, si avvolgeva il volto, compresi naso e bocca, con il nastro adesivo trasparente, in modo tale da non poter respirare. Una “sfida” che rischia di costare caro ad una 48enne della provincia di Siracusa, denunciata per istigazione al suicidio dalla polizia postale di Firenze.

La denuncia è scattata nell’ambito dell’attività di monitoraggio della rete internet condotta dalla polizia postale e coordinata dalla procura di Firenze. Il video in questione è stato immediatamente segnalato e rimosso dalla piattaforma TikTok.

Gli investigatori hanno accertato che negli ultimi mesi l’influencer siciliana aveva pubblicato anche altri numerosi video contenenti “sfide” dello stesso tenore, che le hanno permesso di ottenere popolarità e raggiungere 731 mila followers.

La visione e la condivisione di questi video sono stati considerati dagli inquirenti estremamente pericolosi per l’incolumità degli utenti, in particolar modo i minorenni, che potrebbero decidere di accettare la sfida emulando l’influencer.

Nei giorni scorsi una bambina di 10 anni è morta a Palermo dopo essersi legata una cintura alla gola per partecipare ad una prova di soffocamento estremo diventata virale sul popolare social network.

In seguito a quel caso il Garante per la protezione dei dati personali ha deciso il blocco immediato “dell’uso dei dati degli utenti per i quali non sia stata accertata con sicurezza l’età anagrafica”.