Assembramenti ai Musei Vaticani, scoppia la polemica

110

caos e assembramenti nella giornata di sabato ai Musei Vaticani a Roma, che hanno riaperto dopo mesi di chiusura forzata. La denuncia, riporta Repubblica, arriva da alcune guide turistiche e dagli stessi visitatori, che hanno postato foto e commenti sui social e su Tripadvisor.

“Al mattino la situazione è stata gestibile” ma nel pomeriggio è stato il caos, ha detto Vincenzo Spina, una delle guide turistiche autorizzate dal Vaticano, che ha anche scritto alla direzione dei Musei per sapere cosa non ha funzionato.

Ad un certo punto, ha spiegato, i custodi che avevano il compito di contingentare gli ingressi non hanno più avuto la situazione sotto controllo: nel lungo percorso che si snoda nei Musei si è creato un “tappo”, con gruppi di visitatori impossibilitati a procedere né a tornare indietro.

Sembrava la banchina della metro all’ora di punta, con famiglie che cercavano di tornare indietro, altri visitatori che urlavano ‘ci hanno sequestrati’”, ha detto Spina.

“Purtroppo, con molto rammarico, devo sottilineare l’assoluta mancanza di rispetto delle norme di sicurezza relative al Covid. Le persone si sono ritrovate in diversi momenti in una specie di girone infernale, senza la minima distanza prevista dalle normative”, ha commentato un visitatore su Tripadvisor.

“Super assembramenti, pessima organizzazione. Tantissimi gruppi con guide che si bloccavano nelle sale, con decine di persone senza distanziamento”, ha scritto un altro. La direzione dei Musei Vaticani non ha finora commentato o fornito spiegazioni.

Una situazione causata anche dal fatto che i Musei Vaticani sono aperti anche al sabato, a differenza dei musei statali che in base al Dpcm possono aprire solo in zona gialla dal lunedì al venerdì.