Conte nel governo Draghi: La sua posizione

898

Dopo aver accettato l’incarico di formare un nuovo governo conferitogli dal Capo dello Stato Sergio Mattarella, Mario Draghi ha incontrato per un colloquio prima il presidente della Camera, Roberto Fico, poi quella del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati. Draghi è poi andato a Palazzo Chigi per incontrare il presidente del Consiglio dimissionario Giuseppe Conte.

Colloqui di prassi, ai quali seguiranno una serie di consultazioni informali con i rappresentanti dei vari partiti politici presenti in Parlamento al fine di verificare i margini per formare una nuova maggioranza.

Intanto il premier Conte, silente in queste ore dopo il tentativo, naufragato, di dare vita al suo terzo governo, non avrebbe intenzione di fare parte del nuovo esecutivo guidato dall’ex presidente della Bce.

Secondo quanto riporta Adnkronos, Conte avrebbe rassicurato diversi esponenti del Movimento Cinque Stelle che, qualora gli venisse offerto, non accetterà alcun ministero dal premier incaricato Mario Draghi.

“Giuseppe Conte ha depositato nome e marchio del suo partito

“Insieme”. Si chiama così il movimento politico di Giuseppe Conte, “brevettato” qualche giorno fa secondo Radio popolare.

“A quanto risulta a Radio popolare – si legge in una nota dell’emittente milanese – Giuseppe Conte è andato nei giorni scorsi da un notaio romano e ha depositato nome e marchio del suo nuovo movimento politico. Il nome sarà ’Insieme”. Ma da Palazzo Chigi, a quanto si apprende, viene smentita la notizia.