Covid, Bassetti minacciato di morte dai No Vax: la sua reazione

1523

Matteo Bassetti, infettivologo dell’ospedale San Martino di Genova, ha scritto su Facebook di essere stato minacciato di morte. A scatenare gli insulti sarebbe stato il confronto sull’utilità dei vaccini andato in onda a ‘Non è l’Arena’ su La7: Bassetti si era infatti scontrato con un medico contrario al vaccino anti Covid.

Covid, Bassetti minacciato di morte dai No Vax: la sua reazione

“Nelle ultime 48 ore ho ricevuto insulti di ogni tipo, minacce alla mia persona e persino minacce di morte“. Così Matteo Bassetti, in un post su Facebook.

L’infettivologo ha aggiunto che “ogni singolo messaggio è stato inviato alla Polizia Postale e alla Digos per le indagini del caso. I responsabili saranno perseguiti a norma di legge”.

Alla base della pioggia di insulti e minacce ricevute su Facebook e Instagram, secondo Bassetti ci sarebbe lo scontro avuto in tv con Mariano Amici, medico contrario al vaccino anti Covid: “Le mie posizioni sui vaccini e, di recente, il mio contradditorio rispetto alle idiozie, formulate da un ciarlatano durante una trasmissione televisiva, hanno portato un importante traffico sulla mia pagina Facebook e Instagram”.

“Chiunque deciderà liberamente di continuare – ha aggiunto – sarà prima denunciato alle forze dell’ordine e poi bannato da tutti i miei spazi social. Questo è il risultato delle posizioni anti-scientifiche e delle affermazioni idiote di pseudo-colleghi che meriterebbero immediati provvedimenti da parte delle istituzioni”.

Covid, Bassetti e lo scontro col medico contrario al vaccino anti Covid

Mariano Amici, durante la trasmissione ‘Non è l’Arena’ che ospitava sia lui sia Bassetti, ha dichiarato di non essere un No Vax: “Ci sono vaccini per virus che non mutano, come la polio, e vaccini per virus che mutano”.

Amici ha spiegato di non essersi vaccinato contro il coronavirus “perché questo non è un vaccino, ma un farmaco geneticamente modificato. Io non sono uno studentello da 4 soldi al secondo anno di Medicina. Questo è un farmaco geneticamente modificato, chiamato vaccino solo per accelerare l’immissione sul mercato”.

Immediata la replica di Bassetti: “Sono affermazioni gravissime, non considero questo signore un collega. Non so neanche chi sia questo signore, non ho letto nessun lavoro scientifico di questa persona. Il vaccino modifica il nostro genoma. Si deve vergognare, lei non deve far parte della nostra categoria”.