Covid, Bassetti: “Terza ondata di contagi in arrivo tra pochi giorni, a marzo vedremo la luce”

124

“Se dovesse esserci una terza ondata in Italia è molto probabile che avvenga tra questa settimana e la fine di marzo”. “È lo stesso periodo, in cui abbiamo avuto la prima grande ondata con il picco nel mese di marzo”. Da qui l’unico monito possibile: tanta cautela e attenzione, perché “gli ospedali devono rinforzare gli argini”. Il professor Matteo Bassetti, direttore delle Malattie infettiva all’ospedale San Martino di Genova, a ‘Domenica In’ si esprime così sull’emergenza coronavirus. La chiave, dice, è nell’aumento delle vaccinazioni.

“Non ho mai smesso di essere preoccupato. Bisogna avere pazienza per le prossime 5 settimane e probabilmente a fine marzo vedremo la luce. Con l’aumento delle vaccinazioni, dovremmo iniziare a vedere la discesa”, spiega Bassetti.

“Dobbiamo parlare a quegli italiani che sono scettici. Bisogna mettere sul piatto le evidenze che abbiamo, rischi e benefici. Il vaccino è un farmaco e come tale può avere effetti collaterali. Se li nascondiamo non facciamo una buona informazione. Ma dobbiamo mettere sulla bilancia i benefici: tutti i vaccini danno una copertura del 100% nei confronti della malattia grave, della polmonite e della morte”, aggiunge. 

“Dobbiamo parlare alla gente, è evidente che la bilancia penda dalla parte del vaccino. Sarebbe servita una campagna di informazione massiccia e oggi la gente pensa che i medici siano dalla parte dei vaccini perché sono dalla parte degli interessi commerciali. L’unico modo per uscire dal disastro è il vaccino: o ci convinciamo o avremo una parte consistente del paese che non potrà ripartire perché a livello europeo arriveremo ad avere una sorta di patente”, afferma ancora.