Crisi di governo, Renzi pronto a far saltare tutto

594

Prosegue il confronto al tavolo del programma di governo ma la trattativa appare sempre più in salita: il nodo, dopo il Mes di cui si è parlato ieri, è la giustizia. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha dato tempo fino a oggi al presidente della Camera Roberto Fico per completare il suo tentativo e riferirne gli esiti ma la fine dei lavori del tavolo potrebbe slittare alle 16.

Stando alle parole di Matteo Renzi, dal tavolo programmatico non sarebbe stato raggiunto nessun accordo viste le chiusure dei giallorossi.

Crisi di governo, le trattative: il nodo giustizia

Ancora una volta la trattativa si è arenata sulla posizione di Italia Viva, che “non condivide il lodo Orlando“. A farlo sapere, come riporta Adnkronos, sono fonti del partito di Matteo Renzi che hanno precisato: “Non c’è nessun accordo sulla prescrizione e sul processo penale”.

Dello stesso avviso Teresa Bellanova, ex ministra di Italia Viva, che ai microfoni di Omnibus su La7 ha dichiarato: “Conte punto di partenza e arrivo per il Pd? Beati loro che hanno solo questo problema. Per noi il problema, ad esempio, è la giustizia“.

Il Pd, insieme ai Cinque Stelle, ha provato ad avanzare una proposta: darsi un anno di tempo per procedere alla riforma della giustizia penale che taglia i tempi dei processi. Nel caso in cui l’obiettivo non venisse raggiunto, allora si agirà con un correttivo all’attuale normativa sulla prescrizione.

I lavori al tavolo del programma: la situazione

I gruppi, oltre al tema giustizia, hanno affrontato anche il dossier istruzione, cultura e turismo. “Sui temi della sostenibilità ambientale con la mozione approvata in Senato, e sui temi della scuola con l’esigenza di un rilancio prioritario degli investimenti, si è registrata una significativa convergenza dei gruppi parlamentari presenti al tavolo con il presidente Fico”, hanno fatto sapere dal Pd.

In merito all’andamento dei lavori, l’ex sottosegretario di Italia Viva Ivan Scalfarotto ha fatto sapere ad Agorà su Rai3: “Stiamo facendo quello che dovevamo fare da novembre, il governo è caduto perché l’azione era mediocre, i nodi stanno venendo al pettine, vediamo se riusciamo ad avere un governo all’altezza dei temi strutturali”.

Renzi: “Noi per l’intesa ma non accettano mediazioni”

Matteo Renzi, secondo quanto riporta Ansa, avrebbe detto ai suoi in assemblea in merito alla trattativa sul governo: “Non stanno concedendo nulla”: Italia viva è “favorevole a un accordo, ma” gli altri partiti “non accettano nessuna mediazione sui temi grossi e non vogliono neppure mettere nulla per iscritto”. Finora, ha aggiunto, non è stato fatto nessun passo avanti ma “fino all’ultimo” proveremo a vedere se c’è una disponibilità a una mediazione.