La bellissima ed emozionante idea del calzolaio contro la crisi

2876

“Il calzolaio che non ti lascia a piedi”. Si è definito così Roberto Visentin, autore dell’iniziativa che ha colpito tutti. Questo è infatti l’annuncio che il calzolaio ha esposto fuori la sua storica bottega. Una nuova storia di come antiche tradizioni e rapporti comunitari forti provino a resistere alla crisi.

L’iniziativa scaccia-crisi parte dalle scarpe

Cinisello Balsamo è un comune nell’hinterland nord di Milano. È qui che Roberto Visentin dal 1989 ha la sua storica bottega di riparazione di calzature.

Conosciuto da tanti qui, sta ora facendo parlare di sé ben oltre il suo comune per il “taco sospeso”.

Si tratta di un’iniziativa scaccia-crisi in tempo di emergenza economica a causa della pandemia e delle misure di contenimento. “Roberto non ti lascia a piedi. Sei in difficoltà? Ti riparo le scarpe e mi paghi quando puoi”, si legge nel cartello esposto fuori. Viste le difficoltà economiche in cui molte persone si trovano a causa dell’emergenza sanitaria, il calzolaio ha deciso di venire incontro ai clienti che hanno bisogno di una riparazione, ma non possono permettersela.

Visentin ha spiegato che conosce molte persone che hanno perso il lavoro. A queste persone che non si possono permettere una riparazione né di andare in giro con le scarpe rotte Visentin offre una riparazione mettendo in stand-by il pagamento.

La gioia della comunità

Un gesto di mutuo aiuto per sostenere le famiglie di Cinisello Balsamo, molto apprezzato dall’intera comunità, ma anche dall’amministrazione che con un invito  in municipio ha voluto ringraziarlo pubblicamente

“La nostra comunità – ha scritto il vicesindaco in un post su Facebook del comune  – mantiene i valori di supporto e condivisione, spero che altri commercianti cinisellesi seguano questo bell’esempio di solidarietà”.