La colazione ideale contro il gonfiore addominale

5165

Esistono determinati cibi che possono aiutare ad alleviare il gonfiore. Alcuni di essi sono particolarmente indicati a colazione, per combattere il disturbo che si presenta la mattina.

Ananas

Un’alimentazione ricca di sodio favorisce la ritenzione idrica, potenziale responsabile del gonfiore allo stomaco. Per contrastare questo effetto l’ideale è assumere a colazione un alimento ad alto contenuto di potassio come l’ananas. L’azione di contrasto al sodio non è l’unico motivo per mangiare ananas. Questo frutto, infatti, contiene un enzima chiamato bromelina che aiuta la digestione delle proteine, protegge dalle infiammazioni e può aiutare a ridurre la pesantezza. Come aggiungerlo alla colazione: a piccoli pezzi nel proprio muesli, a fettine sottili su fette biscottate o toast integrali con ricotta.

Farina d’avena

Quando si tratta di gonfiore, a volte si tende a diffidare dalle fibre ma escluderle definitivamente dalla propria dieta è un errore perché ne esistono di due tipi: solubili e insolubili. A seconda del motivo alla base del gonfiore è possibile sceglierne una piuttosto che un’altra, senza eliminarle entrambe.

Se la causa diretta del gonfiore è la stitichezza, la fibra insolubile è la strada da percorrere. Tuttavia, per la maggior parte delle persone il cui gonfiore è attribuibile all’assunzione di determinati tipi di alimenti: in questo caso è probabile che si verifichi meno gonfiore e dolore mangiando cibi a base di fibre solubili come la farina d’avena. Come aggiungerla alla colazione: come base per un ottimo porridge, al quale aggiungere mandorle a scaglie, noci, mirtilli, fragole o scaglie di cioccolato fondente a piacimento.

Banane

Appurato che potassio e fibre solubili sono tra le armi più efficaci per combattere il gonfiore allo stomaco, tra i consigli per una colazione ad hoc non può mancare quello di aggiungervi una banana. Questo frutto, infatti, unisce entrambi i benefici, essendo ricco di potassio e fibre solubili. Un ulteriore consiglio è quello di scegliere una banana leggermente verde piuttosto che eccessivamente matura perché più è acerba più è ricca di fibre solubili e prebiotici amici dell’intestino. Come aggiungerla alla colazione: bevendola sotto forma di frullato o frappè, a pezzetti aggiunta al porridge o da sola.

Come aggiungerla alla colazione: bevendola sotto forma di frullato o frappè, a pezzetti aggiunta al porridge o da sola.

Acqua

Per quanto possa sembrare irrilevante, il ruolo dell’acqua è invece determinante nel processo di sgonfiamento addominale. Iniziare la giornata bevendone una buona quantità può fare miracoli, soprattutto se si è reduci da una cena particolarmente salata la sera prima. L’acqua, infatti, può aiutare sia nel caso che il gonfiore dipenda dalla ritenzione idrica sia nel caso in cui dipenda dalla stitichezza, in questo caso soprattutto se accompagnata all’assunzione di fibre solubili, che assorbendo l’acqua tendono ad ammorbidire le feci.

Onde evitare di ingerire anche aria in eccesso mentre si beve, responsabile anch’essa del gonfiore addominale, è consigliabile stare lontani da cannucce e acque gassate. Meglio optare per quella liscia o aromatizzata naturalmente con cetriolo, limone, ananas o zenzero o cocco, alimenti in gradi di apportare ulteriori benefici alla digestione. Come aggiungerla alla colazione: bere 2 bicchieri di acqua al mattino appena svegli, a stomaco vuoto e prima di iniziare la colazione vera e propria.