Maria Elena Boschi shock : “Governo migliore grazie a noi”

3044

Lo strappo di Renzi ha provocato la caduta del governo Conte bis che, dopo una maggioranza stentata in Senato, non è riuscito a sopravvivere ai giri di consultazioni del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del presidente della Camera Roberto Fico. Se da un lato Giuseppe Conte, come riporta il Corriere della Sera, sarebbe convinto che Renzi avrebbe aperto la crisi perché “non ha mai creduto nella coalizione di centrosinistra e nel progetto politico con il Movimento e il Partito democratico”, dall’altro Maria Elena Boschi ha spiegato al Messaggero qual è stato il vero obiettivo di Italia Viva.

Maria Elena Boschi: “Governo migliore grazie a noi”

“Il nostro obiettivo era semplicemente dar vita a un governo migliore di quello uscente. Credo che ci siamo riusciti e che nessuno possa più far polemica sull’opportunità della crisi. Abbiamo fin dall’inizio espresso a Mattarella la nostra disponibilità a sostenere un governo nato da una sua eventuale iniziativa. E a maggior ragione con l’incarico a Draghi pensiamo sia la cosa giusta”, ha sottolineato Boschi.

Quanto a un presunto ruolo della Boschi all’interno dell’esecutivo, lei stessa ha chiarito: “Ho fatto un passo indietro io, d’accordo con Matteo. Non avevo e non ho mai chiesto nulla. Dato che il mio nome rischiava di essere usato come pretesto da qualcuno, ho preferito togliere alibi. Del resto questo era stato lo stile anche di Bellanova, Bonetti e Scalfarotto. Ma evidentemente non di Azzolina, Bonafede e di altri”.

Maria Elena Boschi e la nuova squadra di Draghi

Sul futuro della nuova squadra di governo guidata da Draghi, sui cui componenti circolano alcune voci ma nessuna conferma, Maria Elena Boschi ha messo da parte le proprie opinioni sulla figura del ministro della Salute Roberto Speranza, figura cruciale in piena pandemia: “Roberto Speranza è un amico, ma se si cambia il presidente del Consiglio penso si debba lasciare al nuovo incaricato ampia libertà di valutazione anche sulla squadra”.

Anche l’ipotesi di un ministero affidato al premier dimissionario Giuseppe Conte, per ora respinta da varie fonti, non sembra convincere Maria Elena Boschi: “Lo stesso discorso vale anche per il ruolo e le ambizioni personali di Giuseppe Conte“.