Messaggi vocali su Twitter, ora è possibile: ecco come

16

La mania del momento, ovvero quella dei messaggi vocali, ha colpito anche Twitter. La piattaforma dedicata ai cinguettii ha infatti dato il via alle prove sul campo per la funzionalità che consente di inviare brevi registrazioni attraverso i DM, ovvero le comunicazioni dirette – e completamente private – tra utenti.

Come accaduto a Facebook, che ha deciso di implementare un servizio simile nella sua chat, anche per Twitter tutto è partito con il successo mondiale dell’app dedicata alla comunicazione vocale: Clubhouse. In ogni caso, la novità dei messaggi vocali non è proprio una novità per la piattaforma dei 140 caratteri. Durante lo scorso mese di giugno, aveva già inserito tra le funzionalità per gli utenti Apple la condivisione di tweet vocali. Poi è arrivato Twitter Spaces, feature presentata a dicembre 2020 ma ancora in fase di test, che ricalca il funzionamento della principale app competitor in fatto di vocal puntando agli utenti che non vogliono rinunciare all’interazione tramite voce anche tra un cinguettio e l’altro.

Messaggi vocali su Twitter, come funzionano

Secondo un primo video di presentazione pubblicato dall’account ufficiale di Twitter India, i messaggi vocali ricalcherebbero lo stile della comunicazione della piattaforma. Si tratta di registrazioni brevi (massimo 140 secondi, stando alla clip), avviate tramite bottone nella consueta forma di cerchio rosso, il cui tempo rimanente viene mostrato in fase di registrazione da un indicatore specifico.

Una volta completato, è possibile ascoltare il messaggio e decidere di inviarlo, oppure cancellare via tasto dedicato. Per la registrazione sono disponibili due modalità. La prima prevede la doppia pressione del pulsante REC, per l’avvio e per lo stop, ed è disponibile sia per Android che per iOS; la seconda, solo per i dispositivi Apple, consente di tenere premuto il pulsante, rilasciando al completamento e procedendo all’invio tramite swipe verso l’alto, senza sentire quanto registrato.

Messaggi vocali di Twitter, per chi saranno disponibili

La funzionalità di Twitter è destinata a fare capolino esclusivamente sui device mobile, nello specifico sulle app dedicate ai sistemi operativi Android e iOS. Tutti gli utenti che accedono da browser desktop, invece, potranno in ogni caso ascoltare i messaggi vocali a loro inviati ma non saranno in grado di registrarne di nuovi per rispondere ai propri contatti.

In questi giorni Twitter ha iniziato una fase di test su dispositivi iOS per implementare la nuova funzione legata ai messaggi vocali. E no, non da inviare nella chat interna dell’app, ma da utilizzare come veri e propri tweet. Ai consueti 280 caratteri aggiunge quindi la possibilità di utilizzare un file audio di 140 secondi.

Poco più di due minuti di audio che in caso di durata maggiore sarebbe divisi automaticamente in più tweet creando così un trhead. Una novità interessante che al momento interessa solo i dispositivi iOS, quindi ora è inutile provare con smartphone Android. Nel caso in cui i test andassero a buon fine la novità verrebbe allargata a tutti. Per un Twitter fatto anche di voce.

Twitter, quando arriveranno i vocali

Come anticipato, attualmente la feature è ancora in fase di test ed è disponibile solo per alcuni utenti in Brasile, Giappone e India ma, secondo quanto dichiarato da Twitter, il numero è destinato ad aumentare nei prossimi giorni. Se le prove generali dovessero avere un risvolto positivo, la piattaforma potrebbe decidere di introdurre nei prossimi mesi la funzionalità per tutti gli utenti in via definitiva, aggiungendola così a quelle disponibili. Non resta dunque che attendere.