Perdonare fa bene al corpo e alla mente: ecco perchè dovremmo sforzarci di farlo

55

Perdonare fa bene alla salute mentale, ma anche a quella fisica. A volte, le persone che ci stanno attorno fanno o dicono cose che ci feriscono o che ci fanno sentire traditi o anche aggrediti. Altre volte, siamo noi stessi a fare qualcosa di male di cui poi ci pentiamo. Non è sempre facile perdonare, ma di sicuro è un atto che fa bene alla salute, sia mentale sia fisica.

Perdonare è positivo, aiuta a vivere meglio e tiene lontana la depressione: semplice sulla carta, meno semplice quando ci si trova a subire un torto grave. In quel caso, nella pratica, perdonare diventa tutta un’altra storia.

Eppure farlo fa bene al corpo e alla mente: lo sostengono gli psicologi e probabilmente qualcuno fra chi legge lo avrà provato sulla sua pelle. Perdonare significa entrare in connessione con il proprio dolore e decidere di lasciarlo andare: l’errore fa parte della vita umana, il perdono è necessario per andare avanti. Anche perchè a tutti è capitato, o capiterà nella vita di essere dalla parte del torto e di cercare comprensione e perdono.

Ci sono persone che fanno più fatica di altre a perdonare: dipende sicuramente dal carattere, ma anche dall’idea che per perdonare sia necessario riconciliarsi con chi ci ha fatto il torto. Non è sempre così, anche se è riconosciuto che il tempo che passa diminuisce la possibilità che si arrivi ad un perdono vero e sincero: rimuginare sul torto subito non fa che aumentare la rabbia verso chi ce lo ha perpetrato.

Perdonare un torto, spiega il dottor Iannone di Guidapsicologi.it (fonte Corriere Nazionale), non significa né dimenticare né scusare né giustificare: si tratta più di riuscire a separare il danno dall’offesa e di scendere dallo scranno di giudice inflessibile, dove si arrocca chi è convinto di avere ragione.

Ma perchè dovremmo perdonare? Per diverse ragioni, ci spiega Iannone. Innanzitutto quando non si perdona si resta bloccati in uno stato di vittimismo che ci rende in qualche modo dipendenti dall’autore del torto, che non possiamo dimenticare. Perdonare porta benessere fisico: si abbassa la pressione, il sistema  immunitario e quello endocrino sono più forti, si avverte minore stanchezza, stress, solitudine e depressione. Sul piano mentale ci si libera di emozioni negative come rabbia, odio, ostilità, tristezza e ansia.

Nessuno dice che perdonare sia facile: esistono addittura dei corsi per imparare a farlo. Prendere però solo in considerazione il perdono è già un grande passo avanti: il resto, se è giunto il momento, potrebbe venire da solo.

Il perdono fa bene alla salute del corpo, alla mente, alle relazioni interpersonali e aiuta a trovare il proprio posto e ruolo nel mondo. Questo dovrebbe servire a convincervi che è molto meglio lasciarsi alle spalle il rancore e perdonare. Come disse William Shakespeare: Il perdono cade come pioggia leggera dal cielo alla terra. È due volte benedetto; benedice chi lo dà e chi lo riceve.