Vaccino, reazioni più forti con la seconda dose: la spiegazione

1584

Aumentano in tutto il mondo le persone sottoposte alla seconda dose del vaccino anti coronavirus. Di pari passo, cambiano anche le conoscenze a disposizione degli scienziati sui possibili effetti collaterali. Quello che si è notato fino a questo momento è che le reazioni avverse sembrano aumentare esponenzialmente, soprattutto nei giovani. A dirlo, in un’intervista al portale Healthday, è il medico americano e caporedattore di “Vaccine” Greg Poland.

L’esperto ha tenuto a sottolineare che “questo non significa che qualcosa vada storto“, perché gli effetti collaterali dimostrano che è stata attivata una risposta immunitaria molto forte e questo è sicuramente un segnale positivo nella lotta al coronavirus.

Lo stesso Poland ha sperimentato su se stesso forti effetti collaterali dopo la somministrazione della seconda dose del vaccino Moderna, spariti poi nel giro di 5 ore: i sintomi sono brividi, febbre, mal di testa, nausea, ronzio nelle orecchie e dolore al braccio.

“È ironico sia successo a me”, ha spiegato il direttore della rivista “Vaccine”. “Non ho mai avuto una reazione del genere a un vaccino”. Si tratta, ha poi spiegato, di “una reazione prevista al vaccino, e sarà diversa da persona a persona. È la prova di una risposta immunitaria davvero vigorosa, il che non significa che le persone che hanno una risposta inferiore non stiano sviluppando immunità”.

Parlando dei motivi per cui è necessario sottoporsi alla seconda dose, Poland ha spiegato: “Dando una dose ‘di addestramento’ e poi amplificandola con la seconda – ha aggiunto l’esperto – abbiamo sostanzialmente reclutato un esercito di soldati pronti e l’organismo è più preparato quando arriva l’invasione vera e propria”.

Grazie alla seconda dose, inoltre, non soltanto la risposta immunitaria sarà più efficace ma durerà più a lungo. Questo perché gli anticorpi diminuiscono col passare del tempo e se si parte da un livello elevato sarà già facile conservarli per un periodo di tempo maggiore.