Fare il bagno, la doccia o lavarvi le mani vi procura un’inspiegabile angoscia? Potreste soffrire di ablutofobia. Ecco di cosa si tratta.

Una fobia rara di cui soffrono soprattutto donne e bambini. Come immaginabile, quest’incontrollabile paura è piuttosto invalidante, in quanto interferisce con le normali abitudini ed attività quotidiane.

Secondo la scienza, le cause vanno ricercate soprattutto in eventi traumatici di natura sessuale, come ad esempio abusi accaduti proprio in momenti legati all’igiene personale. Per alcuni, però, la responsabilità può essere ricondotta anche a fattori ambientali e genetici e ad esperienze individuali.

In generale tutte le persone fobiche, anche quelle che soffrono di questa determinata paura, presentano tutte gli stessi sintomi. In questo caso essi possono verificarsi quando la persona affetta da ablutofobia si trova a fare il bagno, o comunque a doversi lavare.

Questi sintomi che possono verificarsi anche solo al pensiero di doversi lavare includono:

  • Intensa paura o ansia che aumenta il più vicino si arriva alla situazione
  • Attacchi di panico
  • Consapevolezza che la paura è irrazionale ma comunque si è incapaci di fermarla
  • Rifiuto di volersi lavare o fare il bagno;
  • Sudorazione
  • Battito accelerato
  • Respirazione difficoltosa
  • Sentire improvvisamente caldo o freddo
  • Vertigini
  • Bocca asciutta

Quali sono le cause di questa fobia

Le cause delle fobie specifiche come ad esempio l’ablutofobia, tutt’oggi ancora non sono completamente comprese. Ciò nonostante la causa solitamente ha a che fare con una delle seguenti categorie:

  • Esperienza negativa: la persona ha avuto una sorta di esperienza traumatica collegata al bagno o al lavaggio;
  • La genetica: è probabile infatti che i soggetti che soffrono di questa paura abbiano anche uno dei genitori che soffre della stessa fobia
  • Cambiamenti nel funzionamento del cervello: questo include lesioni, invecchiamento e altro.

È anche possibile che alcune persone sviluppino una fobia specifica come questa dopo aver appreso di qualche evento tragico o pericoloso associato in questo caso al lavarsi. Un esempio potrebbe essere una notizia su qualcuno che si è fatto male n uno strano incidente nella vasca da bagno.

Come viene diagnosticata l’ablutofobia

Una persona che sospetta di soffrire di questa fobia, per prima cosa dovrà consultarsi con il proprio medico di base. Egli, infatti, sarà in grado di determinare se il paziente soffre di una qualche lesione o malattia fisica che potrebbe causare l’ablutofobia.