Accerchiati e pestati con una mazza da baseball dal branco: due ragazzi in coma a Mantova

Sono stati attirati con una telefonata nel parcheggio di un centro commerciale alle porte di Mantova, sono stati accerchiati e pestati dal branco con una mazza da baseball, fino ad essere ridotti in fin di vita. Come riporta il ‘Corriere della Sera’, un 35enne mantovano e un 23enne di nazionalità albanese si trovano ricoverati in stato di coma all’ospedale della città lombarda: il primo è gravissimo, ma per il più giovane le condizioni sono disperate.

Secondo le prime ricostruzioni i due si sarebbero incontrati, la sera tra giovedì e venerdì, in un bar di Mottella, frazione di San Giorgio Bigarello, nelle vicinanze di dove è avvenuto il pestaggio. Lì avrebbero ricevuto una telefonata di un conoscente che gli chiedeva di raggiungerlo nel parcheggio del centro commerciale La Favorita, poco fuori Mantova.

Arrivati sul posto i due ragazzi sarebbero rimasti vittime di un agguato da parte di un gruppo di quattro o cinque persone, che li hanno massacrati senza pietà, con diversi oggetti di legno o di ferro.

Allertati da un passante, i carabinieri di Mantova sono arrivati sul luogo in forze per sedare la rissa, ma hanno trovato distesi sull’asfalto il 35enne e il 23enne già in fin di vita e una mazza da baseball insanguinata, oltre diverse bottiglie di birra vuote.

I medici ripongono ancora delle speranze sul 35enne, mentre il 23enne dopo aver subito due interventi chirurgici potrebbe non farcela. 

I carabinieri stanno esaminando le immagini delle telecamere di sorveglianza per ricostruire l’accaduto. Le indagini aperte dal pm Fabrizio Celenza sono sull’ipotesi di tentato omicidio, per adesso ancora contro ignoti.