L'achillea è una pianta aromatica dall’azione cicatrizzante, antisettica e antispasmodica: aiuta in caso di dolori mestruali, rimargina le piccole ferite ed è indispensabile per mantenere giovane la pelle

L’achillea (Achillea millefolium) è una pianta aromatica della famiglia delle Asteraceae dai colori vivaci e dai fiori a capolino bianchi e gialli.E’ ben nota soprattutto per i suoi benefici in fitoterapia.

Per chi volesse raccoglierla si raccomanda di non estirpare la radice ma tagliare con un paio di forbici (il fusto è piuttosto duro) la parte aerea superiore della pianta. Se intendete usarla per scopi divinatori amorosi basta una sola piantina, se la volete utilizzare per le proprietà officinali raccoglietene quanto basta per un uso personale. La si trova in pianura e in montagna fino a 1500 metri di altitudine, il fiore è normalmente di colore bianco ma, salendo di quota, possiamo trovarne anche di colore rosa con gli stessi principi attivi. Si può consumare fresca o lasciarla essiccare per l’inverno in un luogo buio e aerato. La pianta secca dura un anno.

I principi attivi dell’achillea

L’achillea contiene numerosi principi attivi: tannini, rutina, oli essenziali, sequiterpeni, steroli, achillina, acido achilleico, acidi organici, fosfati, sali di potassio e mucillagini. Le parti dell’achillea che vengono utilizzate in fitoterapia sono le parti aeree, le infiorescenze e la radice, sia fresche che essiccate.

Proprietà dell’achillea

L’achillea è benefica per la sfera femminile: favorisce la mestruazione perché stimola l’afflusso di sangue nell’area pelvica e nell’utero; è un antispasmodico che riesce a calmare i dolori mestruali e contrasta il flusso emorragico. Ottima in tintura madre (Achillea Millefolium TM) in caso di:

  • Dismenorrea, il dolore periodico associato alle mestruazioni, si può assumere Achillea Millefolium TM, tintura madre, 30 gocce 2 volte al giorno per 2 mesi
  • Flusso emorragico, 20/30 gocce di tintura madre, dalle 2 alle 4 volte al giorno per un mese

Achillea, elisir per la pelle

L’achillea protegge la pelle in caso di ferite e irritazioni. Ottima come cicatrizzante e coagulante, svolge un’azione emostatica (blocca il sanguinamento) e favorisce la cicatrizzazione delle ferite. Utile per attenuare le infiammazioni cutanee, è anche un antisettico, perciò contribuisce a evitare le infezioni. Grazie al contenuto di fitomelatonina, una sostanza vegetale altamente biocompatibile, l’achillea si trasforma, inoltre, in un prezioso aiuto per la salute e la bellezza della pelle. Si può utilizzare in caso di:

  • Piccole ferite: applicata sulla parte interessata con compresse di garza, l’achillea millefoglie blocca il sanguinamento, favorisce la cicatrizzazione, calma l’infiammazione e disinfetta
  • Dopo l’esposizione al sole: la crema a base di achillea, ricca di fitomelatonina, svolge un’azione antiossidante e contrasta i cedimenti cutanei favoriti dall’esposizione al sole
  • Anti age: quando la pelle tende a perdere di tono, soprattutto dopo i 40 anni, la fitomelatonina, contenuta nell’achillea, ha un’azione è fortemente idratante e impedisce che la pelle si desquami e perda tono. Si applica la sera o come base per il trucco

Achillea, alleata della bellezza dei tuoi capelli

L’achillea è un trattamento di bellezza per avere capelli più forti e sani. L’ideale è preparare una lozione da applicare mattina a sera due volte alla settimana: 30 g di ortica e 30 g di achillea. Poni l’ortica e l’achillea millefoglie in tre quarti di litro di acqua bollente, dopo di che lascia in infusione per dieci minuti. Filtra e versa in una bacinella. Bagna i capelli puliti con la lozione spazzolando con una spazzola di setola per cinque minuti.

Aiuta anche lo stomaco

L’azione antispasmodica e decongestionante rendono l’achillea un ottimo rimedio per favorire la digestione e contrastare la dispepsia, specie in infuso. L’infuso di achillea, insieme a petali di rosa, basilico, menta e fiori di achillea subito dopo i pasti è l’ideale per un’azione antispasmodica e per una corretta digestione.

Alcuni soggetti sono allergici all’achillea: provare l’applicazione esterna delle foglie e del fiore contusi su una piccola porzione di pelle e in caso di irritazione non utilizzare questa pianta.

Ricetta del vino aromatico di achillea

In un litro di vino bianco secco immergere 50 gr di erba fresca e lasciarla macerare per 10 giorni. Quindi filtrare e assumere nella quantità di un bicchierino da liquore prima dei pasti.