Secondo una ricerca condotta dall’Università di Salisburgo, addormentarsi davanti alla Tv fa male alla mente e non permette al cervello di riposare in modo adeguato.

Stando allo studio, quella che può sembrare un’occasione per rilassarsi e riposare in realtà è una cattiva abitudine che sovreccita il cervello.

I ricercatori sottolineano che l’encefalo, anche mentre sonnecchiamo ad occhi chiusi, presta attenzione ai suoni che non conosce, in modo tale da poter avvisare il corpo di pericoli potenziali. Per sostenere la tesi, gli studiosi hanno misurato l’attività cerebrale di soggetti adulti dormienti in risposta a voci sconosciute e familiari.

È emerso che anche sei i nostri occhi sono chiusi, il cervello è vigile  e impegnato nel controllare l’ambiente attorno. Va detto che, sempre secondo la ricerca, ci sono discrepanze nelle risposte cerebrali agli stimoli uditivi in ​​base alla rilevanza per il soggetto addormentato.

Infatti, solo le risposte attivate da voci sconosciute sono risultate accompagnate da cambiamenti importanti nell’attività cerebrale legati all’elaborazione sensoriale.

Non è tutto: l’esperimento ha fatto notare come le risposte del cervello ad una voce sconosciuta si sono verificate meno spesso col passare della notte; infatti, la voce via via è diventata più familiare, indicando come il cervello apprenda anche durante il sonno.