Un cargo Antonov An-12 di una compagnia aerea ucraina si è schiantato nella notte nel Nord della Grecia. La popolazione ha visto una palla di fuoco in cielo, e dopo lo schianto si teme per la tossicità del carico, con due pompieri finiti in ospedale.

Le autorità hanno raggiunto l’area, ma si teme per la tossicità delle merci trasportate, di cui non si conosce la natura. Due vigili del fuoco intervenuti per fermare le fiamme hanno accusato gravi problemi respiratori.

Fiamme nel cielo, poi lo schianto e nuove esplosioni

Il velivolo si è schiantato vicino a Paleochori, ma a distanza dal centro abitato. I locali hanno subito capito che qualcosa non andava vedendo delle fiamme in cielo e sentendo lo strano rumore emesso dalle fiamme.

Secondo quanto riportato dai media locali, l’aereo sarebbe decollato da Nis, in Serbia, e sarebbe stato diretto ad Amman, in Giordania.

Aveva chiesto al vicino aeroporto di Kavala l’autorizzazione per un atterraggio di emergenza, non riuscendo però a raggiungere l’hub.

Il pilota avrebbe dichiarato di avere un guasto al motore, che ormai in avaria non gli avrebbe permesso il pieno controllo dell’aereo.

All’interno materiale tossico? Allerta massima

L’aereo avrebbe preso fuoco in volo, come testimoniato da molte persone del luogo, e successivamente ci sarebbero state numerose esplosioni.

Due pompieri intervenuti dopo l’incidente sono ora ricoverati in ospedale a causa dei fumi tossici. Non è chiaro cosa stesse trasportando il volo cargo.

L’esercito greco e la Commissione nazionale per l’energia atomica hanno stabilito, in via cautelativa, che si avvicineranno al relitto con un drone per fare le prime valutazioni.

Marios Apostolidis, dirigente dei vigili del fuoco, ha riferito che solo alcuni “uomini del servizio antincendio con attrezzature speciali e strumenti di misurazione si sono avvicinati al punto di impatto dell’aereo e hanno osservato da vicino la fusoliera e altre parti del velivolo sparse nei campi”.

Alla popolazione in un raggio di due chilometri dallo schianto è stato chiesto di indossare le mascherine all’aperto, di non uscire di casa e non accendere l’aria condizionata in attesa delle analisi di tossicità dell’aria.

Ci sono 8 vittime dell’incidente aereo in Grecia

A bordo dell’aereo ci sarebbero state almeno otto persone. Secondo quanto riportano i media locali, nessuno di loro sarebbe sopravvissuto all’impatto.

Nella stiva sarebbero presenti circa 12 tonnellate di materiale non ancora identificato.