Aggiungi il latte al caffè? ecco cosa dovresti sapere

226

Il latte macchiato è una specialità amata in Italia ma anche nel resto del mondo: aggiungere una spruzzata di latte, caldo o freddo, più liquido o più cremoso, regala innegabilmente una marcia in più alla bevanda ed aiuta ad evitare di dolcificarla troppo.

Sicuramente non tutti amano lo spruzzo di latte nel caffè, ma per chi invece non può farne a meno abbiamo una notizia non buonissima: il latte, per colpa della caseina, “blocca” alcune delle sostanze che rendono il caffè non solo buono ma anche salutare, come ad esempio gli importantissimi antiossidanti.

Come sappiamo infatti il caffè, per anni ritenuto una bevanda nemica della salute generale, è invece un alleato prezioso del nostro corpo in molti ambiti: a quanto pare però va bene solo assoluto e anche possibilmente amaro.

Ovviamente, il latte rende anche il nostro caffè più calorico: molto dipende dalla quantità che aggiungiamo e dal tipo di latte, ma in ogni caso la “macchiatura” appesantisce la tazzina, soprattutto se si tratta di più di una tazzina al giorno. Inoltre, è proprio l’associazione del latte e del caffè ad essere problematica: chi accusa una leggera intolleranza al lattosio la vedrà amplificata e chi soffre di colite starà peggio, a causa dell’azione irritante del caffè sull’intestino.

Bisogna dunque rinunciare, per amor di salute e di benessere, a macchiare il caffè? Come sempre, non serve essere drastici e probabilmente ognuno di noi sa a cosa deve prestare maggiore attenzione nella sua alimentazione. Se si assumono troppi caffè al giorno non va bene, che siano macchiati o meno, soprattutto se si soffre di disturbi digestivi o intestinali; mentre se si è abituati a prendere un solo caffè la mattina, con la classica schiuma di latte e questo non ha mai portato effetti collaterali di sorta, probabilmente si può continuare a farlo in tutta sicurezza!