Sicuramente avrai già sentito parlare dell’Aglio Nero. Ma conosci le differenze tra l’aglio nero e l’aglio fresco? le caratteristiche fisicochimiche dell’aglio nero e dell’aglio fresco o aglio comune sono molto diverse.

L’aglio nero si ottiene attraverso un processo naturale di maturazione. Durante questo processo l’aglio fresco è sottoposto ad un trattamento di calore (all’incirca 70 °C) con umidità (intorno all’85%) durante 50 giorni più o meno.

Le proprietà dell’aglio nero

Rispetto all’aglio tradizionale, quello nero ha un minor contenuto di allicina (componente antibatterico), ma una maggiore concentrazione di antiossidanti, il doppio del contenuto di fosforo e un quantitativo sette volte più alto di calcio e di proteine.

Contiene le vitamine del gruppo B, vitamina A e C, zuccheri, lipidi, fitosteroli e mucillagini. Migliora la forza fisica, riduce l’affaticamento e la durata dei raffreddori e previene l’invecchiamento.

Aglio nero, utile nella riduzione del colesterolo.

Tiene a bada il livello di colesterolo
Mangiare l’aglio nero aiuta anche a prevenire le malattie del cuore in quanto favorisce l’aumento del colesterolo buono (HDL) tenendo a bada i livelli di quello cattivo. Si allontana così il pericolo di ostruzione delle arterie, infarti e altre problematiche cardiache e cardiovascolari.

Controlla la glicemia
Chi consuma molti grassi e zuccheri potrebbe avere a che fare con regolari problemi di picchi glicemici, dannosi per la salute. L’aglio nero, oltre ad aumentare il colesterolo buono, diminuisce le infiammazioni e il senso di appetito. Inoltre tiene a bada i livelli di zuccheri nel sangue.

Migliora le funzioni epatiche
Il consumo della variante scura dell’aglio, specie in infusione, permette di sprigionare tutte le sue proprietà benefiche. Una in particolare riguarda la protezione del fegato da germi, batteri e medicine potenti che potrebbero danneggiarlo.

Anche in caso di consumo di alcol cronico, l’aglio nero può migliorare notevolmente le funzioni epatiche ed è estremamente consigliato.

Altre proprietà proprietà dell’aglio nero, comprovate da studi scientifici sono:

  • Azione antitumorale: in particolare sul tumore al colon, ai polmoni, al fegato, allo stomaco e su leucemie;
  • Azione immunostimolante;
  • Diminuzione del peso corporeo;
  • Potenziamento della memoria e protezione delle cellule nervose;
  • Attività antinfiammatoria;
  • Attività epatoprotettiva (protettiva del fegato);
  • Attività anti-allergica.

Differenze Aglio Nero e Aglio Bianco

Entrambe le tipologie di aglio hanno evidenti proprietà benefiche per la salute. L’aglio bianco comune è molto più antico e longevo come alimento. Infatti, viene utilizzato da secoli a scopo curativo nella tradizione popolare, soprattutto per la cura delle infezioni e per il trattamento di disturbi come ipertensione arteriosa e vermi intestinali. L’aglio bianco contiene un maggior quantitativo di allicina, il principale componente antibatterico dell’aglio. L’aglio nero sarebbe dunque meno efficace nel trattamento delle infezioni batteriche, ma è più ricco di antiossidanti (il doppio dell’aglio comune), così come per fosforo, calcio e proteine. L’aglio contiene più calorie e carboidrati di quello comune. 

  • Calorie: 143 per 100gr (nero) vs 41 (bianco);
  • Carboidrati: 16,8 gr (nero) vs 8,4gr (bianco);
  • Fosforo: 80 mg (nero) vs. 40 mg (bianco);
  • Calcio: 36,66 mg (nero) vs. 5,0 mg (bianco);
  • Proteine: 12,5 g (nero) vs. 2,2 g (bianco).

Aglio Nero in cucina

L’aglio nero può essere usato in cucina sia crudo che cotto, come alternativa all’aglio bianco, quindi come vero sostituto. Ideale nella preparazione di primi piatti (come i tradizionali spaghetti della tradizione aglio, olio e peperoncino), zuppe, salse, base per rosolatura di verdure verdi come spinaci, erbette, cicoria, tarassaco, o per cucinare il pesce.  

Dove trovare e come conservare l’aglio nero

In Italia, l’aglio nero si può trovare nella grande distribuzione, nei negozi di specialità gastronomiche orientali e in quelli di alimentazione bio. Prestare attenzione all’etichetta: la derivazione deve essere certificata. Preferire teste di aglio intere (come quelle della foto) piuttosto che barattoli che si trovano al banco frigo, con spicchi già pelati. Conservare in luogo fresco e asciutto con poca umidità. Se lo si è acquistato in barattolo nel banco del fresco, è consigliabile riporlo in frigorifero ma nell’anta, non sul ripiano perché troppo umido. 

Aglio nero: controindicazioni

Questo prodotto non presenta particolari controindicazioni o rischi per la salute. In generale, come vale per gli altri alimenti, il consiglio è quello di non abusarne. In caso si esageri con l’assunzione si rischiano dei semplici disordini gastrointestinali.