L’agrimonia (A. eupatoria) è una pianta appartenente alla famiglia botanica delle Rosaceae, genere Agrimonia. Volgarmente è conosciuta con i nomi di erba di San Guglielmo, eupatoria ed erba vettonica.

È presente in tutte le regioni italiane, dove cresce spontanea sui prati incolti, specie nelle zone secche e soleggiate, ai margini dei boschi e dei pascoli. Si tratta di una pianta utilizzata fin dall’antichità per le sue proprietà benefiche e le applicazioni fitoterapiche.

L’Agrimonia è una pianta erbacea perenne della famiglia delle “Rosaceae” ricca di proprietà. In particolare, sin dal Neolitico veniva adoperata come diuretico, digestivo e per depurare l’organismo.

Viene impiegata con ottimi risultati per curare le affezioni del fegato, in quanto esercita un’azione coleretica,ossia aumenta la secrezione biliare e facilita la produzione e l’eliminazione della bile, favorendo il corretto funzionamento del fegato stesso.

L’Agrimonia eupatoria ha la capacità di contrastare elevati valori di glicemia regolando la presenza di glucosio all’interno del sangue, in tal modo si rivela un prezioso alleato contro il diabete. Va però sottolineato chenon ha un’azione insulino-simile, ossia non è in grado di ridurre la glicemia in casi di diabete di tipo 1.

Grazie alla presenza al suo interno di triterpeni e tannini può anche essere impiegata per uso esterno, in particolare per curare le infiammazioni. Favorisce, infatti, i processi di cicatrizzazioni e svolge anche un’azione antisettica ed analgesica in caso di lesioni cutanee, piaghe ed altri tipi di ferite.

Grazie alla sua azione disinfettante e antinfiammatoria si rivela molto utile per il trattamento di lievi patologie della cute e delle mucose, come nel caso di infiammazioni del cavo orale e tonsillite. Ha anche effettidecongestionanti ed astringenti, soprattutto sui tessuti delle mucose degli occhi, utili percontrastare la congiuntivite.

L’Agrimonia può anche essere impiegata in caso di manifestazioni allergiche, perché ha un effetto antipruriginoso ed antistaminico dovuto alla presenza dell’acido ursolico. 
Ha anche effetti decongestionanti ed astringenti, soprattutto sui tessuti delle mucose degli occhi, utili percontrastare la congiuntivite.

L’agrimonia si assume principalmente sotto forma di decotto, tisana o infuso e, grazie alle sue proprietà, permette di regolarizzare l’intestino, evitando soprattutto i casi di colite, diarrea, enteriti catarrali e infezioni gastrointestinali.

Effetti collaterali

A causa dell’alto contenuto di tannini, in seguito all’assunzione di elevate quantità di agrimonia o sue preparazioni, potrebbero manifestarsi disturbi digestivi e costipazione.

Controindicazioni

Ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.