La settimana che sta per iniziare sarà caratterizzata da temperature roventi e afa elevata pressoché ovunque con massime che potranno raggiungere o persino superare la soglia dei 40°C.

Dunque ci avvieremo ad affrontare almeno una settimana tra le più calde di sempre per il mese di Giugno e in assoluto della stagione estiva con punte di 40°C in Valpadana e pure nel Foggiano e nelle zone interne della Sardegna; Caronte rappresenterà una doppia metafora: da un lato ci trasporterà in un periodo caratterizzato da caldo cosiddetto “infernale”, dall’altro ci traghetterà nel cuore dell’Estate, quel periodo appunto a cavallo tra il solstizio del 21-22 Giugno e l’inizio di Luglio, storicamente e climatologicamente tra i più caldi, ovvero il cuore pulsante della stagione.

Gli esperti raccomandiamo di limitare al massimo le attività all’aperto, di bere molto, di consumare molta frutta e verdura ma soprattutto parsimonia nell’uso dei climatizzatori che potrebbero sovraccaricare la rete causando gravi blackout elettrici.

Dieci consigli utili per combattere il caldo

1. Bere molto

Il classico consiglio di bere molto, integrato dall’importante sottoconsiglio “a piccoli sorsi e spesso”. Mai così vero: si sa che idratare è fondamentale, almeno un litro e mezzo di acqua al giorno ben distribuita e non trangugiata è più che consigliato.

Non cedete però al frigorifero: l’acqua deve essere a temperatura ambiente, arricchita di frutta e menta fresca, come l’acqua aromatizzata appunto. Oppure via libera a tisane, spremute, centrifugati. Anche un tè alla menta caldo risulta rinvigorente e perfetto per l’occasione. 

2. Privilegiare frutta e verdura fresche

Mangiare frutta e verdura fresche, sempre ma soprattutto a cena, per remineralizzare l’organismo affaticato. Ascoltatevi: istintivamente quando la colonnina del termometro si innalza ci si nutrirebbe più volentieri di frutta colorata e verdure fresche di stagione.

Via libera quindi a macedonie spruzzate di limone, mentuccia e miele, con tanto di anguria, melone, pompelmi, ananas, pesche, mele e pere. Non fatevi mancare tante insalate estive, ricche di lattughe, pomodori, cetrioli, cipolle, sedano, valeriana e spinacino fresco. 

Il pediluvio con acqua tiepida

Quando sembra che il caldo non ti voglia abbandonare nemmeno a casa, concediti un pediluvio di cinque minuti con acqua tiepida, arricchita di sale marino o bicarbonato e oli essenziali rinfrescanti, come quello di lavanda o menta.

Per aiutare la circolazione dirigi la doccia di acqua fresca dalle caviglie fino alle ginocchia. Poi via libera, camminare a piedi nudi in casa contribuisce a incrementare il senso di freschezza.

4. Una casa fresca

Rinfresca la casa in modo naturale. Chiudi le tapparelle o le persiane quando vi batte il sole, anche le finestre se necessario. Riapri tutto solo quando il sole gira dall’altra parte della casa. Evita di usare tende dal colore scuro

5. Elettrodomestici spenti

Controlla di avere spento anche tutti gli elettrodomestici: anche se poco, spie e accensioni favoriscono il riscaldamento interno, oltre che l’innalzamento della bolletta! Semaforo rosso anche a ricaricare la batteria del cellulare di fianco al comodino del letto mentre si dorme.


6. Abbigliamento comodo 

Indossate abiti comodi, traspiranti e in fibre naturali: cotone, lino, canapa o simili sono l’ideale. State lontano da polyestere, elastam e viscosa.

7. Capo coperto

All’esterno coprire sempre la testa quando si va al sole, cercando riparo all’ombra ed evitando l’esposizione durante le ore più calde. Se sei sportivo e non vuoi rinunciare ad allenarti, bagna per bene fasce e polsini di spugna prima di uscire per una camminata o una corsa, ovviamente non nelle ore più torride.

8. Evitare di indossare troppi accessori

Non riempirti di fronzoli, anelli, collane, braccialetti e orecchini: i bijoux sono belli e colorati, certo, ma incrementano il senso di fastidio, se le dita si gonfiano per esempio gli anelli diventano insopportabili; inoltre l’argento è nemico del caldo, del mare, della piscina e anche del sole.

9. Evitare di dormire completamente nudi

Dormire nudi non va bene. Meglio una leggera canotta di cotone, mutande e un lenzuolo leggero che faccia traspirare. Cercate di stare sdraiati comodi a letto, con gambe e braccia aperte, per permettere all’aria di circolare attorno a voi. 

10. Sì alle buone abitudini

Non consumate alcolici, non cedete a bibite fredde gassate e zuccherate, non fumate, evitate caffeina dalle tre del pomeriggio in poi, così come cibi pesanti, fritti e alimenti “riscaldanti”. Il gelato? Sì, ma solo gelato artigianale, sano e naturale!