L’emergenza caldo e siccità sta mettendo a dura prova anche gli animali che a fatica trovano acqua per dissetarsi.

L’Ente Nazionale Protezione Animali (Enpa) invita tutti a mettere in pratica delle piccole accortezze per aiutare la fauna in campagna e in città: offrendo agli animali acqua e zone d’ombra, non tagliando e non potando il verde, anche perché siamo nel periodo della nidificazione.

E’ possibile aiutare gli animali ponendo sui nostri balconi o sui davanzali delle ciotole in plastica, anche semplici sottovasi, con dell’acqua fresca da cambiare almeno una volta al giorno, possibilmente all’ombra. Meglio introdurre all’interno un peso (come una pietra) per evitare che uccelli più piccoli possano, nella foga del caldo, bagnarsi tanto da non riuscire ad uscire dalla ciotola.

Chi ha un giardino potrà anche usare dei contenitori d’acqua più fondi per permettere anche ai micromammiferi di dissetarsi (ad esempio i ricci).

Per chi abita in campagna, mettere bacinelle o secchi d’acqua, possibilmente lontano dalle abitazioni, per dare ristoro ai randagi ed anche alla fauna selvatica.

Cosa serve per costruire una vaschetta da bagno per uccelli

Considerate che a maggior parte degli uccelli preferiscono livelli inferiori ai 5 cm di acqua per fare un bagnetto in sicurezza. Da evitare ciotole con base troppo liscia, ad esempio quelle in ceramica perché se gli uccelli sentono la superficie troppo scivolosa evitano di fermarsi lì in quanto rischierebbero di scivolare e non sarebbero pronti a fuggire velocemente in caso di pericolo. All’interno della ciotola si consiglia di mettere qualche pietra, in modo da creare delle piccole isole nel mezzo su cui si possono appollaiare gli uccellini.

Dove posizionarla

Se avete un balcone o un davanzale abbastanza spazioso, potete posizionare lì la vaschetta per gli uccellini. Attenzione, però, se in casa o nei paraggi vi sono gatti. In quel caso l’ideale sarebbe installare il bagno per uccelli a circa due metri d’altezza. In alternativa, potete appendere la vasca abbeveratoio in un albero utilizzando una corda o un gancio di metallo per fissarla. Ricordatevi di cambiare circa due volte a settimana e di pulire la vaschetta di tanto in tanto per rimuovere eventuali insetti morti, bisognini lasciati da uccelli e prevenire la formazione di alghe.