Le foglie di alloro si caratterizzano per contenere diversi importanti oli essenziali, che permettono di svolgere un’azione antisettica, diaforetica, stimolante ed espettorante.

Ad ogni modo, possono essere utilmente impiegate anche le bacche di alloro, che presentano notevoli proprietà antinevralgiche, lenitive e antalgiche-topiche.

Per quanto riguarda la loro applicazione terapeutica, dobbiamo sottolineare come le foglie di alloro possono essere utilizzate per contrastare ipocondria, nevrosi di natura gastrica, bronchiti e dispepsie di origine nervosa; al contrario, le bacche di alloro si caratterizzano per svolgere un’azione benefica che permette di combattere il torcicollo, lombalgia e reumatismi.

I principi attivi dell’alloro

Le foglie di alloro sono ricche di principi attivi, tra cui eugenolo e limonene dalle proprietà antisettiche, antiossidanti e digestive, sali minerali (potassio, rame, calcio, manganese, ferro, selenio, zinco e magnesio) e vitamine, in particolare acido folico, provitamina A benefica per la salute di occhi, pelle e mucose e vitamine del gruppo B, utili per il sistema nervoso, la pelle e il metabolismo. Inoltre contiene vitamina C, potente antiossidante, antinfiammatorio e disinfettante naturale, capace di stimolare il sistema immunitario e contrastare le infiammazioni e le degenerazioni cellulari.

Il decotto a base di alloro può anche essere impiegato per la realizzazione di pediluvi prolungati: in questi casi si devono far bollire diverse bacche di alloro, che permettono di esprimere tutte le loro proprietà rinfrescanti, sopratutto sui piedi sudati e doloranti. Si tratta di un rimedio assolutamente utile da sfruttare in seguito ad una lunga camminata o nel corso della stagione estiva, quando i nostri piedi sudano molto.

Il decotto a base di foglie di alloro riesce ad essere particolarmente efficace anche contro i problemi di digestione, dal momento che può favorire tale operazione.

Decotto di alloro, come si prepara

Nel caso in cui volessimo realizzare un decotto a base di alloro, dobbiamo seguire alcune semplici operazioni. Innanzitutto c’è la possibilità di scegliere tra le bacche o le foglie di alloro: entrambe si possono facilmente trovare in tutte le erboristerie o farmacie.

Ad esempio, per preparare un decotto a base di foglie di alloro per combattere le digestioni difficili, dobbiamo procurarci i seguenti ingredienti: prima di tutto ci servono cinque grammi di foglie di alloro, cinque grammi di buccia essiccata di arancia e 200 ml di acqua.

Versiamo le foglie di alloro e la buccia di arancia all’interno del pentolino colmo d’acqua e facciamo bollire il composto per almeno dieci minuti. A questo punto provvediamo a filtrare il decotto e poi potremo renderlo più dolce, magari con l’aggiunta di un pizzico di zucchero di canna., tranne nel caso in cui non si soffra di diabete.

Infuso: 3-5 foglie di alloro, 1 tazza d’acqua

Versare l’alloro nell’acqua bollente e spegnere il fuoco. Coprire e lasciare in infusione per 10 min. Filtrare l’infuso e bere l’infuso per favorire la digestione, soprattutto, per chi ha problemi di fermentazione, aiuta nei  casi di inappetenza, combatte i dolori dello stomaco e gli stati influenzali.

L’oleolito di bacche d’alloro

Con le bacche fresche di alloro si prepara un oleolito dall’azione antinfiammatoria, miorilassante e antidolorifica, da applicare localmente per contrastare dolori reumatici o muscolari, traumi di varia natura, ecchimosi e per facilitare la ripresa funzionale delle articolazioni dopo le ingessature. L’oleolito di bacche d’alloro è anche un eccellente rimedio da applicare sulla cute per tenere lontane le zanzare. Applicato sui capelli prima dello shampoo e lasciato in posa venti minuti, rende la chioma più forte e lucente.

Come preparare l’oleolito di bacche d’alloro

Per preparare l’oleolito di alloro pestare in un mortaio 40 gr di bacche fresche, versarle in un contenitore di vetro scuro a chiusura ermetica, aggiungere 300 ml di olio d’oliva fino a ricoprirle, chiudere e posizionare il vaso vicino ad una fonte di calore, lasciandolo riposare per un mese. Successivamente conservare il vaso in luogo fresco e al riparo dalla luce solare, filtrandone una piccola quantità al momento dell’utilizzo.

Olio essenziale di alloro, le proprietà

Le foglie dell’alloro contengono un olio essenziale dalle notevoli proprietà antibiotiche, antiparassitarie, antiputrefattive, digestive, stimolanti, antisettiche, sedative, ipotensive, sudorifere, stomachiche, antireumatiche ed espettoranti, da tenere sempre a portata di mano. Ecco come usarlo:

  • Per favorire una buona digestione versa 5 gocce di olio essenziale di alloro in un diffusore aromatico per ambienti durante i pasti principali, oppure aspirane l’aroma direttamente dalla boccetta.
  • Contro pesantezza di stomaco, emicrania digestiva o sonnolenza post-prandiale, diluisci 5 gocce di olio essenziale di alloro in un cucchiaio di olio di mandorle dolci e friziona delicatamente, con un movimento circolare in senso orario, la zona del plesso solare e le tempie.
  • Per disinfettare da virus e batteri l’aria della stanza in cui soggiorni versa in un brucia-essenze qualche goccia di olio essenziale di alloro.

L’alloro in cucina

L’abitudine di usare foglie di alloro per cucinare arrosti e bolliti è più antica della nostra tradizione culinaria ma la ragione di questa pratica non origina tanto dalla volontà di migliorare il gusto delle carni, quanto dalle qualità medicamentose delle foglie. Non a caso Greci e Romani le usavano già per la sua capacità di contrastare la degenerazione dei cibi: in un’epoca in cui non esistevano i frigoriferi e le moderne tecniche di conservazione era ovviamente importante assicurarsi che le carni da mettere in tavola non si guastassero e allo scopo si raccomandava di avvolgerle in foglie di alloro fresco prima e durante la cottura.