Alloro, virtù e proprietà di una pianta millenaria

147
alloro-virtu-e-proprieta

L’alloro è una pianta tipica del mediterranio ricca di oli essenziali e oli grassi che si concentrano nelle foglie come nei frutti, le drupe o bacche che a maturazione diventano nero bluastre.

E’ utilizzato per combattere astenie e affaticamenti, stimola l’appetito e la digestione, favorisce l’eliminazione dei gas dal tubo digerente e limita le fermentazioni intestinali, ha proprietà antisettiche del cavo orale e dei bronchi ed espettoranti; svolge azioni antinfiammatorie della pelle e ne favorisce la rigenerazione.

Le foglie e le bacche di alloro hanno proprietà medicinali di una certa importanza: sminuzzando 5 o 6 foglie secche di alloro e mettendole in una tazza di acqua bollente si ottiene un ottimo infuso che, bevuto caldo prima di coricarsi, fa sudare abbondantemente riuscendo, quasi sempre ad impedire l’evolversi di un raffreddore o di un’incipiente influenza. Lo stesso infuso sorseggiato dopo i pasti, riesce, grazie alle essenze contenute, a facilitare la digestione e ad eliminare i fastidiosi gas intestinali.

Digestione difficile e coliche. Per aiutare la digestione e favorire l’eliminazione dei gas intestinali, alleviando i dolori di stomaco o causati dalle coliche, è adatto il decotto di alloro per uso interno, ottimo da sorseggiare dopo cena. Si prepara immergendo in 200ml acqua fredda 5gr di foglie di alloro e portando poi ad ebollizione per 5 minuti. Si possono aggiungere dei pezzettini di scorza di agrume (arancia, mandarino o limone) continuando a cuocere per qualche altro minuto e lasciando quindi a riposare per una decina di minuti. Dolcificare a piacere con miele.

La tisana di alloro risolve i disturbi digestivi

Il grande campo di applicazione dell’alloro sono i disturbi digestivi e le intossicazioni alimentari. Quando lo stomaco sembra incapace di digerire anche solo un bicchiere d’acqua e gli alimenti stazionano nell’addome, fermentando e producendo gonfiore, mal di stomaco, intossicazione, emicranie e senso di spossatezza, puoi ricorrere a una tisana preparata versando un cucchiaino di foglie d’alloro seccate in una tazza d’acqua; lascia riposare per qualche minuto, poi filtra e bevi: il suo potere antifermentativo, digestivo e stimolante sgombra lo stomaco, restituisce energia al corpo e schiarisce la mente.

L’infuso di alloro: foglie fresche e bacche contrasta i disturbi respiratori

Benché sia noto principalmente come pianta digestiva, l’alloro possiede anche una notevole proprietà espettorante e diaforetica, utile in tutti i casi di febbre, stati influenzali e congestione delle vie respiratorie per stimolare la sudorazione e favorire l’espulsione del catarro bronchiale. In caso di tosse, febbre e influenza assumi due volte al giorno un infuso di alloro. Per prepararlo poni in una tazza di acqua bollente due o tre foglie fresche d’alloro sminuzzate, lascia riposare 6 minuti, poi filtra e bevi, addolcendolo con un cucchiaino di miele di limone.

Le proprietà dell’olio essenziale di alloro

Le foglie dell’alloro contengono un olio essenziale dalle notevoli proprietà antibiotiche, antiparassitarie, antiputrefattive, digestive, stimolanti, antisettiche, sedative, ipotensive, sudorifere, stomachiche, antireumatiche ed espettoranti, da tenere sempre a portata di mano. Ecco come usarlo:

  • Per favorire una buona digestione versa 5 gocce di olio essenziale di alloro in un diffusore aromatico per ambienti durante i pasti principali, oppure aspirane l’aroma direttamente dalla boccetta.
  • Contro pesantezza di stomaco, emicrania digestiva o sonnolenza post-prandiale, diluisci 5 gocce di olio essenziale di alloro in un cucchiaio di olio di mandorle dolci e friziona delicatamente, con un movimento circolare in senso orario, la zona del plesso solare e le tempie.
  • Per disinfettare da virus e batteri l’aria della stanza in cui soggiorni versa in un brucia-essenze qualche goccia di olio essenziale di alloro.