Sei persone sono state ferite da un uomo armato di un coltello, nel centro commerciale Milanofiori di Assago, alle porte di Milano. Quattro di loro sono state trasportate in ospedale in condizioni molto gravi e una di loro, un uomo di 30 anni, è morto. Sul posto sono intervenute diverse ambulanze e un’eliambulanza.

L’aggressore, un uomo di 46 anni di origini italiane, è stato arrestato dai carabinieri. In un primo momento si era pensato a un possibile atto terroristico. Ipotesi poi rientrata quando si è scoperto che l’autore soffriva di disturbi psichiatrici.

Assago, morto un dipendente del Carrefour

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera la vittima, un 47enne, sarebbe un cassiere del supermercato Carrefour teatro dell’aggressione. L’uomo è morto durante il trasporto in ospedale con l’ambulanza, diretta verso Rozzano.

L’aggressore sarebbero stato bloccato dagli stessi clienti del supermercato. Carrefour Italia ha diramato una nota in cui esprime sostegno e vicinanza ai clienti e ai dipendenti coinvolti nella vicenda.

Assago, il calciatore Pablo Mari tra le persone accoltellate

Tra i feriti c’è anche Pablo Mari, calciatore in forza al Monza. A quanto pare il 46enne, poi arrestato, avrebbe preso il coltello da uno scaffale.

Il difensore spagnolo è stato trasportato all’ospedale Niguarda in codice rosso ed è, insieme a un 40enne e a una 72enne, tra i feriti più gravi. Adriano Galliani e Raffaele Palladino, amministratore delegato e allenatore del Monza (squadra di proprietà di Silvio Berlusconi) lo hanno raggiunto in ospedale, dove il calciatore è ricoverato per una profonda ferita alla schiena.