La banaba (Lagerstroemia speciosa) è considerata e studiata soprattutto per la sua capacità di regolare la glicemia: l’estratto delle foglie infatti riduce i livelli di glicemia.

Lagerstroemia speciosa, così è scientificamente chiamata la banaba. Omonima di un’isola dell’arcipelago di Kiribati, questa pianta è tipica del sud-est asiatico. Il nome botanico è un omaggio di Linneo al suo collega Magnus von Lagestroem che importò numerose piante dall’estremo oriente.

In quelle zone la pianta ha una valenza religiosa: nel Buddismo Theravada la pianta venne utilizzata per raggiungere l’illuminazione dell’undicesimo e dodicesimo Lord Buddha.

Dall’estratto delle foglie effetto ipoglicemizzante

Nella cultura occidentale, invece, la pianta è considerata e studiata soprattutto per la sua capacità di regolare la glicemia.
In particolare, l’estratto delle foglie (titolato in acido corosolico) è stato in grado di ridurre i livelli di glicemia in pazienti con diabete di tipo II.

Come preparare una tisana di banaba contro il diabete

  • Mettere a seccare le foglie e i frutti di banaba per circa due settimane;
  • Sminuzzare le foglie essiccate;
  • Mettere a bollire in acqua le foglie e i frutti secchi;
  • 50-80 gr di foglie e frutti secchi di banaba in 400 ml di acqua;
  • Lasciare in infusione per 30 minuti;
  • Scolare foglie e frutti;
  • Prendere l’infuso di banaba 2-5 volte al giorno;

Anche se diversi studi hanno dimostrato che la banaba non contiene ingredienti tossici, si raccomanda di consultare il proprio medico prima di ricorrere a qualsiasi rimedio casalingo e/o integratore alimentare.

Come preparare una tisana di banaba contro l’obesità

Come accennato in precedenza, la banaba è utile anche per perdere peso e mantenere la linea, proprio perché è in grado di ridurre l’assorbimento di carboidrati da parte dell’organismo.

  • Mettere a seccare le foglie e i frutti di banaba per circa due settimane;
  • Sminuzzare le foglie;
  • Far bollire in acqua foglie e frutti secchi;
  • 30-50 grammi di foglie e frutti secchi in 400 ml di acqua;
  • Lasciare in infusione per 30 minuti;
  • Scolare;
  • Bere 2-4 volte al giorno;

Nonostante la banaba non provochi effetti collaterali, se si dovesse verificare qualche disturbo, interrompere l’assunzione della tisana e consultarsi con il proprio erborista di fiducia.

Altri benefici

  • regola la pressione arteriosa;
  • contrasta i disturbi renali;
  • combatte le disfunzioni urinarie (favorisce la minzione);
  • regola i livelli di colesterolo;
  • contrasta la diarrea;
  • contribuisce alla pulizia dei reni e del fegato.

In questo articolo abbiamo illustrato le principali proprietà della banaba e i suoi usi mediante la preparazione di tisane, utili per trattare diversi disturbi, in particolare diabete e obesità.

Si ricorda che prima di ricorrere a qualsiasi rimedio naturale è sempre meglio consultare il proprio medico e/o erborista.