Ricche di potassio, fosforo e vitamine, le banane sono tra gli alimenti più consumati al mondo: frutti della pianta di banano, appartenente alla famiglia Musaceae, aiutano le difese immunitarie e sono utili per spezzare la fame e recuperare energie dopo l’attività fisica.

Non tutte le banane sono uguali: il colore della buccia delle banane, infatti, deriva da differenti livelli di maturazione e questi, a loro volta, determinano diverse proprietà, gradi di dolcezza e benefici differenti.

Le banane verdi sono un po’ più difficili da sbucciare e meno dolci delle banane mature, tuttavia sono molto salutari. 

Banane Verdi: Valori Nutrizionali

Sia le banane verdi che quelle mature hanno un profilo nutrizionale simile. La differenza principale è che i carboidrati nelle banane verdi si traducono principalmente sotto forma di amido. Si trasforma lentamente in zucchero durante il processo di maturazione, motivo per cui la maggior parte delle persone preferisce mangiare banane mature, proprio per il sapore dolce che le distingue da quelle verdi.

Una banana di medie dimensioni ha 105 calorie, circa 1 grammo di proteine, 27 grammi di carboidrati, 3 grammi di fibre e solo una traccia di grasso. Le banane forniscono anche varie vitamine e minerali. Sono una fonte particolarmente buona di potassio, con 422 mg in una banana media. 

I carboidrati amidacei delle banane verdi forniscono energia a lungo termine e il loro potassio aiuta a reintegrare gli elettroliti dopo l’allenamento. Grazie alle sue proprietà energetiche e rimineralizzanti, e per la presenza di sostanze vasoattive, infatti, il consumo delle banane è consigliato agli sportivi.

Banane Verdi e Glicemia

Poiché i carboidrati nelle banane verdi provengono principalmente dall’amido piuttosto che dallo zucchero, esse hanno un indice glicemico decisamente inferiore rispetto alle banane mature. L’ indice glicemico di una banana verde è 30 , mentre una banana matura è 51. Gli alimenti con un indice glicemico più basso aumenteranno la glicemia più lentamente rispetto agli alimenti ad alto indice glicemico. Le banane verdi sono una buona scelta in caso di diabete, resistenza insulinica, sindrome metabolica. Rispetto a quelle mature, le banane più acerbe consentono di controllare meglio i livelli di glucosio e il metabolismo dell’insulina.

Salute dell’Intestino

Gran parte dell’amido delle banane verdi è sotto forma di amido resistente, che funziona anche come fibra prebiotica. Passa nell’intestino crasso, dove nutre i batteri probiotici sani che vivono nel colon, e aiuta il microbioma a prosperare. Uno dei principali vantaggi del consumo di banane acerbe è la regolazione del transito intestinale, e il contrasto sia della diarrea che della stitichezza.

Consumando più banane verdi per la salute dell’intestino, non escludiamo che si possa riduce indirettamente anche il rischio di cancro al colon. Quando le cellule dell’intestino crasso metabolizzano l’amido resistente, producono acidi grassi a catena corta, come il butirrato, che svolge un ruolo importante nella salute del colon.

Quando è meglio non consumarle

Chi soffre di ulcera gastroduodenale deve prestare cautela nel consumare banane, sia acerbe che mature. Diverse persone, infatti, accusano acidità di stomaco dopo averle mangiate. Data l’elevato contenuto di zuccheri presenti che potrebbero alzare i livelli di glicemia, le banane devono essere consumate piuttosto acerbe, soprattutto da chi soffre di diabete e obesità.