Il silenzio ha un impatto positivo sulla salute fisica, psicologica e mentale e privarsi di momenti senza rumore significa rinunciare a tutti questi effetti. Ecco quali sono i benefici del silenzio.

Silenzio, gli effetti su corpo e mente

Sebbene l’assenza di suoni possa suggerire la presenza di un vuoto, in realtà non è così: ridurre il rumore offre una pienezza sorprendente per corpo, mente e spirito. Ecco i principali benefici del silenzio.

Abbassa la pressione sanguigna

L’ipertensione è spesso chiamata killer “silenzioso” perché non dà sintomi evidenti della sua presenza. Ebbene, proprio il silenzio può ridurla. In uno studio del 2006 un periodo di silenzio di due minuti a seguito dell’ascolto di brani musicali ha ridotto significativamente la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna dei soggetti partecipanti. Il silenzio è stato più efficace in questo senso anche rispetto alla musica lenta e rilassante. Una precedente ricerca del 2003 associava un ambiente cronicamente rumoroso con aumenti della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna.

Migliora la concentrazione e la focalizzazione

C’è più di un motivo se gli esami importanti non vengono condotti con la musica a tutto volume in sottofondo: la quiete uditiva aiuta a concentrarsi. Liberato dallo stimolo esterno del rumore, il cervello può concentrarsi meglio sul compito da svolgere. Questo può avere benefici sul lavoro, lo studio, le relazioni e altro ancora. 

In uno studio del 2021, 59 partecipanti sono stati invitati a svolgere attività che richiedevano concentrazione, in condizioni di silenzio e di rumore in sottofondo. Ebbene, coloro che hanno lavorato in silenzio hanno sperimentato il minor carico cognitivo e i livelli di stress più bassi. Concentrarsi su una cosa alla volta con la propria completa attenzione può aiutare a promuovere l’efficienza e la calma durante l’attività.

Riduce il livello di cortisolo

Lo stesso studio che ha mostrato gli effetti del rumore sulla concentrazione ha anche scoperto che le persone che svolgevano il compito richiesto con un rumore in sottofondo avevano livelli più elevati di cortisolo, l’ormone dello stressUn accumulo di rumori sgradevoli può portare a stress mentale e a un rilascio eccessivo di cortisolo. Il silenzio, al contrario, potrebbe ridurre la produzione di questa sostanza.

Calma la mente e i pensieri

La mente iperattiva e i pensieri incessanti sono un segno distintivo dell’ansia. Il silenzio potrebbe sembrare un ampio spazio aperto da riempire con pensieri vorticosi, ma non deve essere così. Il silenzio, al contrario, favorisce la calma mentale e questa impedisce di consumare energia non necessaria. Stando in silenzio, si può rallentare, prendersi del tempo per osservare le cose intorno a sé e diventare più consapevoli. Questo aiuta a prestare attenzione e a essere presenti nel momento, qualunque cosa capiti di fare.

È amico della creatività

Schiarirsi le idee con un lungo silenzio potrebbe essere la chiave per aumentare la creatività. Sebbene la ricerca clinica sull’esatta relazione tra silenzio e creatività sia scarsa, molti esperti hanno evidenziato i benefici dell’inattività mentale sulla produzione creativa.  È stato riscontrato che i periodi di inattività aumentano la produttività e migliorano la risoluzione dei problemi.

Combatte l’insonnia

La maggior parte delle persone ha bisogno di un ambiente tranquillo per dormire. In effetti, il rumore esterno può disturbare il riposo notturno. Ma le ore serali non sono l’unico momento in cui il silenzio può prevenire l’insonnia. Anche ritagliarsi momenti di quiete, silenziosi, durante il giorno potrebbe preparare per un riposo migliore durante la notte. La ragione è semplice: il silenzio e i periodi di calma alleviano la tensione, il che può tradursi in un maggiore senso di benessere e di rilassamento, che contrasta l’insonnia. 

Incoraggia la consapevolezza

Quando si sta in silenzio, è più facile vivere il momento presente senza distrazioni. Sebbene la persona possa sentire l’impulso di riempire lo spazio con un’attività, una conversazione o un po’ di musica, può anche scegliere consapevolmente di rimanere in silenzio.  Ciò consente ai pensieri di stabilizzarsi e al corpo di tornare a uno stato di relax.

Stimola la crescita del cervello

La calma mentale indotta dal silenzio potrebbe favorire la salute del cervello. In uno studio del 2013 condotto sugli animali, due ore di silenzio hanno stimolato la crescita di nuove cellule nell’ippocampo nei topi, la regione del cervello correlata alla memoria e alle emozioni. Anche se questo non significa necessariamente che gli esseri umani sperimenteranno gli stessi effetti, è un dato positivo.

Come avere momenti di silenzio

Sfuggire al mondo e isolarsi non è possibile e nemmeno auspicabile. Ma con un po’ di impegno, è possibile portare più quiete nella vita quotidiana. Ecco alcuni metodi per ridurre il rumore: 

  • rendere la propria auto una zona senza rumore, spegnendo la radio e non facendo telefonate;
  • scegliere alcune attività quotidiane che possano essere svolte anche senza un rumore di fondo;
  • imparare a togliere gli auricolari;
  • alzarsi prima che il resto della casa si svegli;
  • praticare il silenzio per due minuti alla volta, in modo da allenarsi pian piano.