Il 1° settembre è il giorno del click day per ottenere il bonus trasporti. La domanda per l’agevolazione potrà essere inoltrata a partire dalle 8.00 di mattina attraverso l’apposito sito predisposto dal ministero del Lavoro. L’incentivo è previsto per l’acquisto di un abbonamento annuale o mensile per i mezzi pubblici. Obiettivi della misura sono incentivare la mobilità sostenibile e dare un aiuto concreto a lavoratori e studenti.

Riguardo a chi sono i beneficiari, la normativa prevede che il bonus possa essere richiesto dalle persone fisiche che, nell’anno 2021, hanno conseguito un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro. L’agevolazione può essere chiesta per sé stessi o per un beneficiario minorenne a carico. Per accedere alla domanda è necessario lo SPID o la Carta d’Identità Elettronica (CIE) e si deve indicare il codice fiscale del beneficiario, per esempio il genitore può richiedere il bonus per il figlio minorenne.

La richiesta del bonus trasporti va fatta sulla piattaforma web bonustrasporti.lavoro.gov.it. Il valore dell’incentivo non può superare l’importo di 60 euro e verrà determinato dall’importo dell’abbonamento annuale o mensile che si intende acquistare. Il ministero sottolinea che “il buono è valido per l’acquisto di abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale o ancora per i servizi di trasporto ferroviario nazionale”.

Il bonus non è cedibile e non incide nel calcolo dell’ISEE. Nella compilazione della domanda, il richiedente dovrà indicare il Gestore del servizio di trasporto presso il quale acquisterà l’abbonamento annuale o mensile. La misura è stata introdotta dal Governo come sostegno al reddito e per il contrasto a un potenziale impoverimento conseguente alla crisi energetica in corso, istituita all’interno del Decreto Aiuti.

Il contributo fino a 60 euro si potrà usare per l’acquisto di abbonamenti mensili o annuali del servizio di trasporto pubblico, locale, regionale o ferroviario. Restano esclusi i servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino. Il contributo coprirà fino al 100% della spesa sostenuta, entro il limite massimo di 60 euro.