Boswellia Serrata, antinfiammatorio naturale, allevia allergie e difficoltà respiratorie

1202

Le proprietà della boswellia sono note già da tempo alla medicina popolare che utilizza la pianta proprio come rimedio antinfiammatorio e antiartritico; oltre ad impiegarla come rimedio per contrastare le patologie infiammatorie dell’intestino.

La Boswellia serrata è una pianta che cresce comunemente nel Sud Est Asiatico e anche in India, chiamata anche albero dell’incenso. Presso le popolazioni locali la Boswellia è nota soprattutto per le sue proprietà antinfiammatorie e analgesiche, utili ad alleviare molte dei problemi che riguardano il sistema osteo-articolare.

Cosa la rende così speciale? Sicuramente il suo fitocomplesso, che è ricco di principi attivi, quali gommoresine e oli essenziali, che contengono elevate quantità di acidi boswellici e altri acidi, che hanno una spiccata attività antinfiammatoria e analgesica. La loro struttura è infatti simile a quella degli antinfiammatori steroidei che vengono usati dalle industrie farmaceutiche; essendo però naturale, l’acido boswellico non ha gli effetti collaterali degli steroidi.

Più nello specifico, questi acidi sono in grado di inibire gli enzimi che vengono attivati nei processi infiammatori di artrite e reumatismi, i leucotrieni, che hanno potere distruttivo poiché deteriorano la parte elastica dei tessuti interessati da infiammazione, permettendo anche la penetrazione da parte di un’altra sostanza, i leucociti polimorfonucleati, che distruggono il connettivo.

Gli enzimi che favoriscono le infiammazioni – gli stessi che vengono inibiti dalla Boswellia – non sono dannosi solo per le articolazioni, ma lo sono anche per chi soffre di asma: causano, infatti, la contrazione dei muscoli lisci che avvolgono i bronchi e i bronchioli, facilitando l’attacco di asma.

Secondo alcuni studi, inibendo la produzione di queste sostanze, gli acidi boswellici agiscono in maniera positiva favorendo anche la diminuzione dei sintomi dell’asma bronchiale. Inoltre, altri studi hanno dimostrato che le proprietà immuno-modulanti della pianta possono essere utili per contrastare il fattore allergico presente nell’asma.

Oltre all’asma, la Boswellia ha dimostrato di migliorare i sintomi della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

L’attività benefica più nota della Boswellia – che è una pianta che alle dosi consigliate non ha effetti collaterali – riguarda i problemi di muscoli e articolazioni, e in particolare:

  • artrosi,
  • artrite,
  • osteoatrite,
  • problemi degenerativi a carico delle articolazioni,
  • reumatismi,
  • tendiniti,
  • dolori muscolari,
  • miositi.

In queste malattie, la Boswellia è utile per alleviare il dolore e prevenire la completa degenerazione. Oltre a ridurre il dolore e il gonfiore, la pianta ayurvedica è utile per migliorare la mobilità delle articolazioni, riducendo irrigidimenti articolari. Aiuta quindi a migliorare la qualità della vita, facendo sì che chi è affetto da questi problemi non sia limitato nelle proprie attività quotidiane.

Quando NON usare la Boswellia

La principale controindicazione all’uso della boswellia, dei suoi estratti e dei prodotti che la contengono riguarda l’allergia nota ad uno o più dei componenti della pianta e/o del prodotto che si deve assumere.