Caldo, le città col bollino rosso: ecco cosa fare per limitare i rischi

“Le ondate di calore si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni consecutivi, spesso associate a tassi elevati di umidità, forte irraggiamento solare e assenza di ventilazione”, si legge sul sito del ministero della Salute. Attraverso i bollettini, il ministero comunica i luoghi più soggetti alle ondate di calore, monitorando 27 città con previsioni a 24, 48 e 72 ore. Vediamo quali sono le città contrassegnate dal bollino rosso nel weekend 31 luglio-1° agosto.

Il bollino rosso è associato a “condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche”, sottolinea il ministero della Salute. Al 31 luglio, le città contrassegnate dal bollino rosso sono sei: Campobasso, Frosinone, Palermo, Perugia, Pescara, Trieste.

Al 1° agosto, le città interessate da ondate di calore sono otto: Campobasso, Frosinone, Palermo, Perugia, Pescara, Trieste, a cui si aggiungono Bari e Catania.

A margine dei bollettini, il ministero della Salute offre alcuni consigli per affrontare al meglio queste condizioni di caldo estremo. Eccone alcuni:

  • Evitare di esporsi al caldo e al sole diretto nelle ore più calde della giornata (tra le 11.00 e le 18.00).
  • Evitare le zone particolarmente trafficate e affollate, in particolare per i bambini molti piccoli, gli anziani, le persone con asma e altre malattie respiratorie, le persone non autosufficienti o convalescenti.
  • Uscire nelle ore più fresche, evitando l’attività fisica intensa all’aria aperta durante gli orari più caldi della giornata.
  • Trascorrere le ore più calde della giornata nella stanza più fresca della casa, rinfrescandocisi spesso con acqua fresca.
  • È preferibile indossare indumenti chiari, leggeri, in fibre naturali (come cotone e lino), riparando la testa con un cappello leggero di colore chiaro e proteggendo gli occhi con occhiali da sole.
  • Utilizzare creme solari per proteggere la pelle.
  • Bere molta acqua, moderando l’assunzione di bevande gassate o zuccherate, tè e caffè, bevande troppo fredde e alcol.
  • In presenza di sintomi dei disturbi legati al caldo contattare un medico.