La notte di Capodanno si avvicina e con la gioia di festeggiare la fine dell’anno, si avvicinano anche i rumorosi, pericolosi ed inquinanti botti di Capodanno.

Sappiamo già come i botti, anche se visivamente scenografici, in realtà siano una cattiva idea soprattutto per gli amici animali ma anche per un discorso di inquinamento ambientale.

Si potrebbe pensare di sostituirli con delle lanterne, ma a dire il vero anche questa non è una grande trovata. Ma come mai? Cerchiamo di capirlo.

Iniziamo col dire che le lanterne cinesi sono mongolfiere in miniatura costruite in metallo e carta, che si alzano in cielo grazie a una piccola fiamma.

Esse possono viaggiare nei cieli per diversi chilometri e non si può prevedere quali saranno gli ostacoli che incontreranno durante il volo o dove atterreranno.

Potrebbero ad esempio ferire o uccidere animali terrestri, pesci, uccelli o provocare incendi nel momento in cui toccano terra. Al di là di queste conseguenze già piuttosto pericolose, la loro struttura resta abbandonata nell’ambiente causando ulteriore inquinamento, come se già non ce ne fosse abbastanza.

Molto meglio festeggiare con un bel bicchiere di spumante in casa, oppure sul balcone a brindare guardando il cielo e sperare che i giorni e i mesi a venire siano pieni di tutte le speranze e i desideri che portiamo nei nostri cuori.