Il cavolo cappuccio è una specie orticola della famiglia botanica delle Cruciferae (o Brassicaceae). Di questa famiglia fanno parte altri ortaggi come il cavolfiore, il cavolo broccolo, il cavolo nero e il cavolo verza. La pianta del cavolo cappuccio, è molto simile al cavolo verza.

Cavolo cappuccio: proprietà e benefici

Le proprietà del cavolo cappuccio sono numerose e sicuramente è noto soprattutto per fare molto bene all’intestino. Aiuta, infatti, la digestione perché è molto ricco di fibre e di acqua, mix ideale per prevenire la stitichezza.

Inoltre, consumare i crauti, ovvero il cavolo fermentato, ti permette di fare il pieno di probiotici, fondamentali per avere un sistema digestivo sano. È considerato un alleato della linea, perché ipocalorico e non contiene grassi, perfetto dunque per le persone che desiderano perdere peso.

Tra le proprietà del cavolo cappuccio note sono quelle antinfiammatorie. L’infiammazione, infatti, è la causa principale di patologie come artrite, problemi cardiaci e autoimmuni, che hanno spesso origine da un eccessivo consumo di prodotti di origine animale.

È un’ottima fonte di vitamina C, fondamentale per mantenere forte il sistema immunitario, ed è noto per essere un alimento da inserire in una dieta ricca di antiossidanti, al fine di prevenire il cancro.

Il consumo di verdure crocifere è, infatti, associato a un minor rischio di tumori e il motivo è la presenza di sulforafano, che conferisce a queste verdure un sapore amaro, di antociani, i potenti antiossidanti che danno al cavolo cappuccio rosso il suo colore intenso.

È una buona fonte anche di vitamine del gruppo B che stimolano l’energia, aiutandoti a superare la stanchezza, e favoriscono un buon metabolismo.

Non dimenticarti inoltre che questa verdura può esserti utile per mantenere in salute le ossa, che beneficiano del buon apporto di calcio garantito dal cavolo cappuccio.