I dolori cervicali possono essere considerati sintomi di disturbi non solo fisici, ma anche emotivi. Spesso essi sono dovuti a fattori concatenati tra loro, che riguardano la nostra sfera sia psicologica che corporea.

Il dolore alla cervicale è può dare un malessere diffuso, senza distinzioni fra uomini e donne. Ben sei italiani su 10 soffrono di cervicalgia, circa quindici milioni di persone ricorrono alle cure mediche dopo aver consultato ortopedici, fisiatri, fisioterapisti.

“Il dolore al collo, ma anche alla nuca e alle spalle, coinvolge sempre di più un numero disparato di persone. Molti uomini e donne, indipendentemente dalla loro età, sono costretti a vivere con dolori ricorrenti e invalidanti al collo.

Cause. La cervicalgia può essere scatenata da un insieme di cause particolarmente numerose ed eterogenee. Tra tutte, la sedentarietà, i colpi di freddo e la postura scorretta costituiscono gli elementi eziopatologici maggiormente coinvolti. La cervicalgia acuta è invece causata da: colpi di frusta, ernie cervicali, ipercifosi dorsale, iperlordosi lombare, osteofiti, spondilosi e sport di potenza.

Sintomi. La cervicalgia è percepita come un dolore costante, di entità variabile, a livello del rachide cervicale. Il dolore può essere affiancato da sintomi secondari, quali: tensione ed affaticamento muscolare, intorpidimento e formicolio localizzato, brachialgia, debolezza del braccio e della mano.

Prevenire i dolori cervicali

Un ottimo rimedio contro i dolori dovuti a cervicalgia è la prevenzione. Aiuta molto eseguire regolarmente esercizi di rotazione del collo, lentamente e a ritmo del respiro, e rilassare il più possibile la muscolatura delle spalle.

Sono esercizi che si possono compiere in ogni momento della giornata, anche al lavoro: ascoltando le reazioni del corpo si rimarrà stupiti di quanto spesso si abbia la tendenza a irrigidire collo e spalle, anche quando non è necessario.

Infine dormire senza cuscino, supini, permette di alleviare la sintomatologia dolorosa durante la notte, anche nei momenti di maggior manifestazione della cervicalgia.

 oli essenziali antinfiammatori

Si può usare una particolare miscela di oli essenziali da spalmare delicatamente sulla zona, composta da:

> 5 gocce di olio essenziale di basilico

> 10 gocce di olio essenziale di rosmarino

> 2 gocce di olio essenziale di lavanda

> da diluire in 30 ml di olio vegetale.

Si stende una piccola quantità di olio sulla parte posteriore del collo e sulle spalle, dove si avverte maggior dolore, e si massaggia delicatamente fino ad assorbimento.

Si può stendere una fascia di lino o di cotone leggermente riscaldata sulla zona e mantenere per qualche minuto, fino a quando resta calda, permettendo così agli oli di assorbirsi lentamente.

Si può usare un cuscino di semi di nocciolo da mantenere sulla parte posteriore del collo: si scalda in forno e si posa sulla zona cervicale. Si mantiene fino a quando resta caldo. I semi di nocciolo hanno la capacità di rilasciare calore e assorbire umidità e freddo.

Cure e Rimedi naturali. Nella maggior parte dei casi, il dolore cervicale richiede un trattamento farmacologico. Diversamente, i rimedi naturali utilizzati come terapia di prima scelta si rivelano poco efficaci, perché il dolore cervicale è generalmente fastidioso ed intenso. Ad ogni modo, considerato che lo stress e la tensione possono accentuare il dolore cervicale, il paziente colpito può assumere tisane rilassanti ed ansiolitiche, formulate con principi attivi come:

Camomilla (Chamomilla recutita) → blande proprietà ansiolitiche e sedative
Valeriana (Valeriana officinalis) → proprietà ipnotiche, anticonvulsive, sedative del sistema nervoso centrale

Melissa (Melissa officinalis) → proprietà antispastiche, sedative
Escolzia (Eschscholtzia californica) → sedativa, ipno-inducente, analgesica, rilassante, antinevralgica e spasmolitica

Tiglio (Tilia cordata) → proprietà rilassanti, ansiolitiche
Zinco: rimedio contro lo stress (da assumere sotto forma di compresse)

Oltre alle tisane rilassanti, è possibile applicare sulla pelle del collo creme o pomate formulate con principi attivi ad azione rubefacente:

Peperoncino (Capsicum frutescens) → proprietà rubefacenti, antibatteriche, analgesiche
Canfora (Cinnamomum camphora) → proprietà rubefacenti
Arnica (Arnica montana L) → proprietà antinfiammatorie, antireumatiche, revulsive, analgesiche