Fonte immagine: Pixabay

Camminare è un ottimo modo per tenersi in forma e bruciare calorie, soprattutto se lo si fa con costanza.

Bastano pochi minuti al giorno e anche chi non è particolarmente allenato può trovare giovamento dalla disciplina, che oltre ad essere svolta nel modo classico può essere implementata con alcune strategie che permettono di variare l’allenamento e consumare un maggior numero di calorie.

Camminare a inizio giornata è ancora più utile rispetto a un altro orario per mantenersi in salute.

Camminando si ottengono tanti benefici

Quando si pensa a quale attività fisica praticare per perdere peso la prima che viene in mente è quasi sempre la corsa, ma non è detto sia la soluzione migliore, soprattutto per chi non è solito allenarsi e non riuscirebbe a prolungare l’esercizio per tanto tempo. Perchè non provare ad allenarsi camminando?

Camminare può essere meglio che correre

Una validissima alternativa, spesso migliore di quella che molti credono la prima scelta, è invece la camminata.

Contrariamente a quanti si possa pensare, infatti, nonostante il ritmo previsto sia molto più blando rispetto a quello di una sessione di running, può portare a diverse calorie bruciate.

Facilmente accessibile anche ai non sportivi, si può svolgere alla velocità desiderata. Più sarà sostenuta maggiori, di conseguenza, le calorie consumate.

Camminare in collina

Foto di rottonara da Pixabay

Anche se condotta a un’intensità relativamente bassa, una camminata su un terreno pianeggiante consente di bruciare da 120 a 200 calorie in soli 30 minuti. Questi numeri però aumentano di circa il 60% se la stessa attività avviene in salita.

Con questa modalità inoltre tonifica glutei e polpacci e imita gli effetti cardiovascolari della corsa senza stressare le articolazioni.

Per ottenere tali benefici se ci si allena all’aperto basta dirigersi in una località collinare, mentre se lo si fa su un tapis roulant è necessario aumentare la pendenza, iniziando dal 5% per poi salire progressivamente a seconda del proprio grado di resistenza.

Un allenamento tipo indoor potrebbe essere così costituito:

  • Riscaldamento di 5 minuti con camminata a velocità da 4 a 5 chilometri orari con pendenza dell’1%;
  • 2 minuti a di camminata a 6 chilometri orari e pendenza del 5% o superiore;
  • Recupero di 30 secondi a una velocità variabile da 4 a 5 chilometri orari con pendenza dell’1%;
  • Ripetere la combinazione;
  • Recupero di 5 minuti, camminando da 4 a 5 chilometri orari con pendenza dell’1%.

Aumentare la velocità

Come avviene anche per tutti gli altri allenamenti cardio, aumentare il ritmo consente di aumentare notevolmente le calorie bruciate, passando dalle 150 in 30 minuti per una camminata a 6 chilometri orari, a 190 calorie per 30 minuti con una camminata da 7 chilometri orari. Anche se la differenza sembra minima si tratta di un numero di calorie che sommate, giorno dopo giorno, possono fare la differenza.

Se non si riesce a sostenere una velocità maggiore per tutto il tempo della camminata si può svolgere per un allenamento ad alta intensità, durante il quale alternare brevi momenti di camminata sostenuta a periodi di recupero di camminata più lenta.

Una sequenza di camminata HIIT potrebbe essere questa.

  • Riscaldamento di 5 minuti, camminando a una velocità variabile da 4 a 5 chilometri orari con pendenza dell’1%;
  • 2 minuti di camminata a una velocità variabile da 6 a 7 chilometri orari;
  • Recupero di 30 secondi con camminata a una velocità variabile da 4 a 5 chilometri orari;
  • Ripetere la combinazione;
  • Recupero di 5 minuti, camminando a una velocità variabile da 4 a 5 chilometri orari.

Scaricare un’App che monitori i risultati

Per rimanere motivati e tenere sempre sotto controllo come stiano andando gli allenamenti, si possono scaricare alcune App per smartphone pensate per assistere l’attività sportiva.

Inoltre, i dispositivi elettronici possono anche aiutare a ricordare l’appuntamento con la camminata.