Durante le feste natalizie, soprattutto in Italia, tendiamo a mangiare un po’ più del solito ma in questo non c’è nulla di male. Dopotutto una volta tanto è bello ritrovarsi con i propri cari a tavola e concedersi di sbottonare i pantaloni alla fine di una bella mangiata in compagnia.

Eppure questo momento preoccupa tantissime persone, soprattutto quelle a dieta o che, in qualche modo, necessitano di tenere sotto controllo l’alimentazione per problematiche di salute, soprattutto intestinale.

Durante le feste natalizie, infatti, lo stomaco si gonfia e tende ad affaticarsi, al punto da causare fastidi come meteorismo, crampi, irregolarità delle evacuazioni e così via. Per questo genere di problematiche possiamo fare riferimento a prodotti specifici, come quelli Laevolac, mentre, per gestire meglio le abbuffate e dormire sonni tranquilli, ecco i nostri migliori consigli.

A tavola per le feste: niente panico

Innanzitutto consigliamo di fare un bel respiro e di non pensare troppo alle calorie o alla dieta. La vita non è fatta solamente di privazioni e sacrifici, per cui, dinanzi a una tavola imbandita e ricca di pietanze, dovremmo lasciarci andare e mangiare serenamente.

Ci sono momenti che non ritornano, per cui, quando saremo in compagnia di amici e parenti, cerchiamo di goderci ciò che stiamo vivendo e di rimandare a domani tutte le preoccupazioni tipiche della nostra routine. Per le abbuffate natalizie, comunque, ci sono pochi semplici accorgimenti da mettere in pratica tra cui quello di imparare a masticare e ad attendere la sazietà.

Dinanzi a una tavola imbandita con ogni ben di Dio, infatti, potremmo avere l’esigenza di abbuffarci attirati dalle ghiottonerie. Eppure ognuno di noi ha un preciso livello di sazietà oltre il quale, anche il più goloso dei panettoni smetterà di suscitare quel fascino irresistibile da acquolina in bocca.

Un bolo di cibo, in media, dovrebbe essere masticato per almeno sei volte prima di esser mandato giù e, quindi, aumentando la masticazione e alternandola con dei sorsi d’acqua, sapremo tenere più a freno la nostra smania di abbuffarci.

Muoversi di più e rimanere attivi

Dopo il pasto, naturalmente, ci sentiremo gonfi e sazi. Per migliorare questo senso di pienezza e sgonfiare l’addome non dovremo fare altro che bere più acqua e, soprattutto, aumentare le occasioni di movimento.

È vero che durante le feste tendiamo a starcene più in relax ma, proprio per questo, occorrerà creare dei momenti per fare un po’ di attività extra che compensi le grandi mangiate. Per esempio possiamo offrirci di portare in strada la spazzatura o aumentare le passeggiate in compagnia del nostro cane che, sicuramente, gradirà parecchio.

Oppure possiamo prediligere le scale al posto dell’ascensore e, magari, approfittare del tempo libero per rimettere ordine in casa. Le pulizie, infatti, sono un’attività che fa bruciare molte calorie e che, quindi, aiuterà a mantenere il peso forma e, soprattutto, il sorriso a tavola.

Ovviamente il tutto dovrà essere gestito con la massima serenità, senza strafare o esagerare perché, dopotutto, non si ingrassa dopo un pranzo ma quando ripetiamo, per giorni e giorni, uno stile di vita errato e poco salutare.