La Crassula ovata, meglio nota con il nome di albero di giada, è una succulenta originaria dell’Africa meridionale e appartenente alla famiglia delle Crassulaceae.

La Crassula è una pianta succulenta, sempreverde e dal portamento arbustivo, caratterizzata da foglie spesse e carnose, di un verde piuttosto scuro e da fusti anch’essi carnosi, con  l’importante funzione di immagazzinare acqua. Produce piccoli fiori a cinque petali simili a piccole stelle di color bianco o rosa, a volte raccolti in infiorescenze. La fioritura, a seconda della specie, avviene da marzo a settembre.

Coltivazione della crassula ovata

Come curare la crassula ovata? Scopriamolo insieme, seguendo alcuni importanti consigli.

Terreno

Il segreto per una buona crescita della crassula sta proprio nella composizione del terreno.

Questo, infatti, deve essere ben drenato in modo da sfavorire i ristagni d’acqua.

Se coltivate questa pianta in vaso, sul fondo mettete sempre uno strato di argilla espansao ghiaia. Poi, utilizzate terriccio universale misto a un po’ di sabbia.

Se vivete in una zona abbastanza umida, mettete più sabbia: questa, infatti, aiuta a mantenere un basso tasso di umidità, evitando il marciume delle radici.

Innaffiature

L’albero di giada è una pianta succulenta. Ecco perché non ha bisogno di molta acqua.

L’ideale è innaffiare circa una volta la settimana in estate, controllando sempre che il terreno non sia troppo umido.

In inverno, invece, è sufficiente innaffiare una volta al mese.

Ricordate che, nell’innaffiare questa pianta, non bisognerebbe mai bagnare le foglie che potrebbero essere danneggiate da un tasso di umidità troppo alto.

Concimi

Concimare questa pianta non è essenziale. Potete farlo se volete che la crassula cresca più velocemente.

Scegliete un fertilizzante preferibilmente liquido, da mescolare all’acqua di innaffiatura, e con contenuto di potassio.

Non fertilizzate nei mesi invernali, ma solo durante i mesi caldi con la frequenza di circa una volta al mese.

Potatura

Per quanto potare una pianta sia importante, nel caso della crassula ovata questo passaggio non è fondamentale.

La pianta, infatti, non andrebbe mai potata a meno che non vogliate darle un aspetto un po’ più ordinato.

Limitatevi a eliminare le foglie secche o appassite, staccandole con attenzione senza danneggiare il resto della pianta.