Le creme solari hanno una scadenza che varia dai 6 ai 12 mesi dall’apertura. È quindi sconsigliato conservarle per utilizzarle l’estate successiva in quanto il filtro solare potrebbe non funzionare correttamente esponendoti al rischio di scottature, ustioni, danni per la pelle.

Ma come riciclare le creme solari scadute o aperte da troppo tempo? Ecco tutti i consigli per riutilizzarle risparmiando ed evitando di buttarle!

Scrub corpo levigante

Un po’ di crema solare aggiunta allo zucchero di canna, al sale grosso oppure ai fondi di caffè si trasforma poi in uno scrub corpo levigante. Va spalmato con movimenti circolari prima di fare la doccia, cosicché i pori si dilateranno e la pelle risulterà più luminosa e i nutrienti della crema viso o corpo che andremo a passare successivamente penetreranno più in profondità.

Impacco per capelli

Possono giovare delle proprietà della crema solare avanzata anche i nostri capelli: con grande facilità realizziamo un impacco super nutriente da applicare sulle lunghezze per una decina di minuti, poi risciacquiamo, procediamo con il normale shampoo. Se invece vi avanza dell’olio abbronzante, sfruttiamo le proprietà emollienti per le punte: circa 30 minuti di posa e poi risciacquiamo come abitualmente facciamo.

Usi domestici

Quando invece la crema è scaduta e dunque non possiamo applicarla sul corpo, torna utile in insospettabili usi domestici: sostituisce il latte detergente per divani e altri prodotti in pelle come scarpe e borse; lucida il metallo opaco e ossidato e – questo in pochi lo sanno – toglie le macchie di inchiostro.

Crema idratante

Spesso con il finire della stagione estiva molte persone tendono a buttare le creme solari rimaste. Sbagliatissimo! Utilizzala come una normale crema idratante per il corpo. Oltre ad eliminare la secchezza della pelle lascia un buon profumo d’estate sul tuo corpo.