Coronavirus: 853 morti, 23.232 positivi

29

Il 24 novembre in Italia si sono registrati 23.232 nuovi positivi, su 188.659 tamponi, accompagnati da 853 decessi: è il dato più alto della seconda ondata. Nell’ultima settimana, inoltre, l’Italia ha registrato 77 decessi per milione di abitanti.

Covid: Fonti Chigi, Conte negativo. Tosse per corde vocali

In merito alle ipotesi sullo stato di salute del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, circolate successivamente alla sua partecipazione alla trasmissione Otto e Mezzo, si precisa che il Presidente da qualche anno ha una sofferenza alle corde vocali, che si acuisce nel periodo invernale, e che non di rado gli provoca tosse. Lo si apprende da fonti della Presidenza del Consiglio. “Si aggiunge, inoltre, che questa mattina il Presidente Conte si è sottoposto a un tampone molecolare, in vista della sua partecipazione al vertice italo-spagnolo fissato per domani a Palma di Maiorca. Il test ha dato esito negativo”, viene riferito.

Locatelli: “Sci incompatibile con numeri”. Rezza: “42 mln vaccinati per immunità gregge”

“Nessuno sottovaluta l’impatto di una chiusura delle attività sciistiche però i numeri attuali non rendono compatibile un’ipotesi di riapertura”, spiega il presidente del Consiglio superiore di Sanità. Mentre il direttore della Prevezione del ministero della Salute, ha aggiunto: “Grosso modo almeno tra 60% e 70% della popolazione dovrebbe essere vaccinata contro il SarsCov2 per ottenere l’immunità di gregge”.

Rezza, numero nuovi infetti ancora troppo alto

” Il numero dei nuovi infetti è ancora troppo alto, quando saremo a 50 su 100mila saremo sollevati, finché la situazione resta questa l’allerta resta alta”. Lo ha detto Lo ha detto Gianni Rezza durante la conferenza stampa al ministero della Salute sottolineando che attualmente siamo a 730 per 100 mila abitanti in una escalation che è andata da 50, poi a 200 per 100 mila abitanti e che ha continuato a salite.