Cous cous, il cereale anti-caldo: ecco cosa devi sapere per farlo perfetto

l cuscus è un piatto a base di semola di grano duro condito con verdure cotte oppure carne (o pesce), insaporito con spezie. È originario delle terre berbere, nel nord della Tunisia, ma oggi è diffuso nel bacino del Mediterraneo. Ma perché il cuscus è un piatto “curativo”, adatto in particolare all’inizio dell’estate?

Questa base di cereali (frumento, orzo, miglio) contiene amido e carboidrati pochi grassi, proteine (13%) vitamine A e del gruppo B (utili per la salute della pelle) e sali minerali, che reintegrano le scorte perdute col sudore e rinforzano le ossa. Nutre ma non pesa sulle funzioni dello stomaco, evitando così acidità e pesantezza. 

Il couscous va condito con olio extravergine d’oliva e accompagnato da verdure (peperoni, patate, melanzane, carote, porri, zucchine), ceci lessati, carne o pesce stufati: per questo è un piatto unico e completo ricco di fibre, che combattono la stipsi dovuta alla disidratazione. Se è arricchito con un pizzico di peperoncino o curry, il cuscus tonifica cuore e arterie, riduce colesterolo e trigliceridi e previene gli edemi.

In estate mangialo anche freddo: con le verdure è un piatto superleggero
In alternativa alla solita insalata di riso, spesso appesantita da condimenti unti, prepara il cuscus freddo; cuocilo la sera, fallo raffreddare e il giorno dopo, prima di pranzo, sgranalo con un cucchiaio di legno e mescolalo a un mix di verdure fresche: pomodorini, peperoni a listarelle, cipollotti, porri a rondelle, pisellini appena sbollentati, cetrioli e un battuto di prezzemolo e menta, che stimola i succhi gastrici e neutralizza i batteri che si annidano nel colon.

Per ottenere un piatto più croccante, aggiungi un cucchiaio di semi di sesamo tostati: rinforzano pelle, unghie e capelli. Condisci con una vinaigrette di olio d’oliva, qualche goccia di aceto di mele (anti-ritenzione e depurativo) e un pizzico di peperoncino (cardiotonico).

Ecco 5 piatti perfetti per questa stagione calda

Cous cous alla greca

Fate raffreddare il cous cous e dopo averlo sgranato con le mani conditelo con olio extravergine di oliva, menta tritata al coltello, cetrioli, pomodorini, cubetti di feta, cipolla di Tropea e peperoni verdi crudi.

Cous cous con salmone e zucchine

Saltate in padella delle zucchine tagliate a cubetti insieme olio extravergine di oliva e cipolle. Salatele e pepatele e lasciatele croccanti. Condite il cous cous ancora tiepido. Completate con del prezzemolo fresco tagliato al coltello o aneto e del salmone affumicato tagliato a striscione.

Cous cous con pesto, pomodorini e primosale

Condite il cous cous freddo e ben sgranato, aggiungendo olio extravergine di oliva, basilico fresco, un cucchiaio di pesto, pomodorini e cubetti di formaggio primosale.

Cous cous prosciutto e melone

Un abbinamento classico dell’estate: melone e prosciutto. Mettiamolo nel cous cous e aggiungiamo qualche mozzarella e delle foglie di basilico fresco.

Cous cous ceci e avocado

Per questo piatto scegliete il cous cous integrale che meglio si sposa con i legumi. Tra l’altro l’abbinamento tra legumi e carboidrati integrali è perfetto secondo i nutrizionisti. Consiste il cous cous cotto e freddo con olio extravergine di oliva, cubetti di polpa di avocado, ceci in scatola ben lavati e scolati, e il succo di mezzo limone. Completate con una spolverata di pepe e se volete con dei gamberi scottati in padella.

Errori da non fare per un cous cous perfetto

Attenzione a non bollirlo

Il cous cous non va cucinato come un cereale, non va quindi cotto in acqua salata bollente. La quantità di acqua o brodo con cui bagnare il cous cous non deve superare la proporzione 1:1.

Condirlo troppo

I granelli di cous cous assorbono i liquidi e i sapori con cui vengono conditi, fate attenzione a non esagerare con l’olio, il consiglio è di condire gli ingredienti che unirete al cous cous. Per questa stessa ragione non utilizzate il sale, al cous cous non va aggiunto.

Il cous cous non deve bollire

Ricordate sempre che il cous cous non deve bollire, ma solo rinvenire con acqua bollente o brodo. Parliamo ovviamente di cous cous precotto, quello che in genere troviamo in tutti i supermercati. Una volta pronta la base, potete farne ciò che volete. Potete usarla per preparare polpette e crocchette, ma anche per un dessert veloce a base di frutta secca e miele o anche insalate fresche che in genere preparereste con il riso o altri cereali.