Covid: 34.505 casi, i decessi sono 445 Rezza: “Virus corre e va frenato”

55

Sono 34.505 i nuovi casi di coronavirus in Italia su 219.884 tamponi eseguiti, 445 i morti, un dato, questo, in forte ascesa rispetto ai giorni recenti. Sale al 15,7% il rapporto tra positivi e tamponi eseguiti. Questi i dati diffusi dal ministero della Salute. Entrerà in vigore domani il nuovo Dpcm con le misure anti-Covid, che divide l’Italia in tre aree di rischio: zona rossa Calabria, Lombardia, Piemonte e Val d’Aosta; arancione Puglia e Sicilia; gialla il resto del Paese. Ira di Fontana, che parla di uno “schiaffo ai lombardi”.

Medici Piemonte: “Peggio di marzo, lockdown inevitabile”

“La notizia di un nuovo lockdown è la risposta a quanto avevamo chiesto. Non per questo siamo felici, ma non si poteva non fare”. Lo afferma in una nota Anaao Assomed Piemonte, l’associazione dei medici e dei dirigenti nazionali piemontesi, che nei giorni scorsi aveva chiesto al governo l’istituzione della zona rossa. “Gli studenti, i commercianti, i ristoratori devono sapere che con questo sacrificio contribuiranno a salvare delle vite – sottolinea l’Anaao Assomed -. Noi medici ce la metteremo tutta per fare lo stesso, ma avevamo avvertito: mai più come a marzo. Invece: peggio di marzo”.

Rezza: “Tendenza all’aumento, virus corre e va frenato”

I 34.505 nuovi casi di oggi, 4mila più di ieri e record di sempre, “non sono un buon segnale. I tamponi sono un po’ aumentati ma l’aumento c’è. Abbiamo un numero di tamponi positivi piuttosto elevato, superiamo abbondantemente il 10%, non è un indicatore buono. E purtroppo anche avvicinarsi ai 500 decessi non è una buona notizia. Insomma è una situazione che dopo che nei giorni scorsi sembrava essersi stabilizzata sembra ancora con una chiara tendenza in aumento. Mi sembra che globalmente ancora il virus corra. Frenarlo è necessario”. Lo ha detto il Direttore Generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, illustrando i dati di oggi al punto stampa al ministero sull’analisi dei dati della cabina di regia regionale. 

Dall’inizio della pandemia, in Italia le persone risultate positive al coronavirus, compresi guariti e deceduti, sono 824.879. Le vittime, in totale, sono 40.192, con 445 decessi nelle ultime 24 ore. I guariti in un giorno sono 4.961, per un totale di 312.339. I ricoverati con sintomi sono 23.256 (+1.140). Sono invece 446.701  le persone in isolamento domiciliare. I tamponi sono in tutto 16.717.651 , in aumento di 219.884 rispetto al 4 novembre. I casi testati sono finora 10.155.585 al netto di quanti tamponi abbiano fatto.

La Regione Emilia Romagna comunica che in seguito a verifica sui dati sono stati eliminati 3 casi in quanto giudicati non casi Covid-19. La Regione Calabria comunica invece che il numero dei decessi a ieri era 124, e non 125. La Regione Toscana, infine, comunica che il numero dei decessi a ieri era 1445, e non 1461. Il numero dei decessi nel report è stato aggiornato correttamente.