Andrea Crisanti è tornato a parlare di Covid-19 nel corso della trasmissione ‘Agorà’ su Rai3. L’esperto, che insegna microbiologia all’Università di Padova, ha commentato l’attuale situazione in Italia, tra vaccini, Green pass, restrizioni e curva dei contagi.

Crisanti spiega perché è “meglio” prendere il Covid ora

Alla domanda “Meglio infettarsi ora, con la copertura del vaccino?”, Andrea Crisanti, ospite di ‘Agorà’, ha risposto: “Esatto”. Poi ha spiegato: “La curva sta calando perché le persone o si sono vaccinate o si sono infettate recentemente. La protezione dura poco, più aspettiamo e meno facciamo gli interessi degli italiani.

Se ci si reinfetta ora, siamo protetti. Se aspettiamo mesi, la popolazione sarà nuovamente non protetta”.

Misure anti Covid: il punto di vista di Crisanti

Andrea Crisanti ha parlato anche delle misure anti Covid previste in Italia: “Adesso è il momento di togliere le restrizioni. Non capisco come non venga compreso un ragionamento così semplice.

La curva non cala per il Green pass, che non blocca la trasmissione: 3 settimane avevamo il Green pass e avevamo 250mila contagi. In autunno, se c’è un problema bisogna rivaccinare le persone. Il Green pass non è un tema scientifico, è un tema politico”.

Crisanti ha poi spiegato cosa si intende “stato endemico”: “Lo stato endemico non significa che sia finito tutto, ma che si raggiunge un equilibrio tra la capacità del virus di infettare e la capacità del virus di bloccarlo. In Inghilterra ci sono 40mila casi al giorno e 100-120 morti al giorno: questa è una situazione di endemia”.