Covid, in Italia si muore di più: ecco le cause

34

L’Italia è il Paese con più decessi da Covid-19 in Europa, con 43 vittime a settimana per milione di abitanti. Tra marzo e aprile 2021 sono stati in media 400 al giorni i morti legati al coronavirus e per questo in molti si chiedono come mai nel nostro Paese si muore di più. A ipotizzare alcune risposte è un dossier pubblicato dal Corriere. Ecco i punti principali.

Il primo motivo per cui in Italia si muore di più di Covid riguarda i vaccini. Nel nostro Paese, infatti, sono state fatte altre scelte rispetto alla raccomandazione di mettere in sicurezza le fasce più fragili. Gli over 80 che avevano ricevuto la prima dose alla data del 19 febbraio, infatti, erano solo il 6% contro il 23% della Francia e il 22% della Germania.

Un altro motivo che ha segnato l’impennata di decessi in Italia riguarda le chiusure della seconda e terza ondata. A ottobre 2020, con 350 morti al giorno, è stato disposto il sistema delle chiusure a zone, mentre il Regno Unito ha deciso restrizioni più rigide con 12o morti ogni 24 ore. Anche la Francia ha avuto misure più severe, anticipando il coprifuoco alle 18.

A pesare, inoltre, è stata la riduzione limitata della mobilità. In Italia, infatti, si è assistito a un picco di spostamenti nel periodo delle feste di Natale e i viaggi hanno subito una flessione solo del 20%, secondo i dati a disposizione del Corriere.

Il piano, secondo quanto dichiarato dal governo, prevede di arrivare a vaccinare fino a mezzo milione di persone al giorno. Se fosse così, il ritorno alla normalità potrebbe arrivare già a fine agosto. L’abbandono prematuro delle misure di contenimento, seppure graduale, potrebbe però avere un prezzo alto da pagare in termini di vite umane.