Covid, mappa Ecdc: 4 regioni italiane passano in zona gialla

L’Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, nella mappa aggiornata sulla situazione pandemica relativa al Covid in Europa, ha fatto slittare quattro Regioni italiane in zona gialla, rispetto alla settimana scorsa quando erano verdi. La mappa si basa sul tasso di notifica di nuovi casi a 14 giorni ogni 100mila abitanti e sul tasso di positivi nei test effettuati.

La carta dell’Ecdc serve da riferimento per le decisioni degli Stati membri dell’Ue in materia di restrizioni di viaggio. Il verde sottende che ci sia bassa pericolosità. Il rischio cresce secondo una progressione di giallo, rosso e rosso scuro (situazione con rischio massimo).

I quattro territori della Penisola che sono transitati dal colore verde al giallo sono Veneto, Lazio, Sicilia e Sardegna. Il resto dell’Italia, per l’Ecdc, rimane verde.

Situazioni più preoccupanti si registrano in varie zone dell’Ue. Quelle più a rischio, in rosso scuro sulla mappa, sono diverse regioni dell’Olanda e della Spagna, Cipro e alcune isole greche. La Regione di Bruxelles è in rosso, come la Corsica, il Lussemburgo e l’Irlanda.