Covid, stop mascherina all’aperto e coprifuoco: le date possibili

“Con questi dati confortanti avremo un agosto con più libertà e anche con la possibilità di togliere la mascherina all’aperto”, ha spiegato Andrea Costa. Per il sottosegretario alla Salute sarà dunque il mese più caldo quello in cui potremo lasciare le mascherine a casa, almeno in visione di incontri all’aperto e con il distanziamento sociale.

“Dobbiamo fare ragionamenti di buon senso basati sui numeri. Le vaccinazioni accelerano sempre di più e la situazione epidemiologica migliora di settimana in settimana”, ha dichiarato Costa.

Più ottimista il collega Pierpaolo Sileri, che invece aveva anticipato la data delle uscite a volto libero a ben due mesi prima, dicendo che già a giugno potremmo dire addio alla mascherina.

Coprifuoco a mezzanotte e abolizione totale: cosa potrebbe cambiare

Andrea Costa ha anche parlato del coprifuoco, spiegando che il 17 maggio “verrà presa una decisione in senso positivo sullo spostamento alle 23 o alle 24. Un segnale che io reputo positivo nella logica della gradualità”.

“È chiaro che a giugno si andrà verso l’abolizione” del coprifuoco, ha riferito. “Questa è più di un’ipotesi. I dati oggi ci dipingono una situazione positiva dei contagi e dei ricoveri in ospedale e si vede un miglioramento dei parametri di settimana in settimana”. Potrebbe dunque cadere anche l’obbligo di rincasare entro un’ora specifica, dopo l’apertura che potrebbe arrivare in settimana.